Ancora un furto ai danni di un’attività commerciale stabiese. Non si ferma l’escalation di microcriminalità che, da più di un mese ormai, sta mettendo a dura prova la resistenza dei commercianti, già alle prese con la crisi economica dovuta all’emergenza Covid. Nella notte tra mercoledì e giovedì alcuni sconosciuti si sono introdotti nel negozio di abbigliamento sportivo Legea di via Guglielmo Marconi. I ladri, poco dopo le 3 di notte, hanno rotto la saracinesca e, una volta all’interno, sono andati via con circa 100 tute scolastiche, decine di borse per ragazzi e poche decine di euro presenti nel registratore di cassa. E’ stato il proprietario del negozio, ieri mattina, ad accorgersi del furto subito. Quando si era recato sul posto per l’apertura mattutina, l’esercente si è accorto della sgradita “visita” ricevuta durante la notte e ha subito allertato le forze dell’ordine.



Sul posto, dopo pochi minuti, si sono recati i carabinieri del nucleo operativo stabiese, agli ordini del capitano Carlo Venturini e del tenente Andrea Riccio, che hanno effettuato tutti i rilievi del caso e raccolto la denuncia dell’esercente. Secondo una prima stima, i danni arrecati dai ladri ammontano a circa 10mila euro. Subito sono stati acquisiti i filmati ripresi dalle telecamere di videosorveglianza attive sul territorio, al fine di cercare elementi utili per le indagini. Ed è aperta la caccia agli autori del raid, che fa crescere la preoccupazione in città. Appena due settimane fa a subire il furto furono due pizzerie, un’edicola e un negozio di oggettistica varia, sempre in centro.



I commercianti, già in crisi per il Covid e le misure anti – contagio, da mesi a Castellammare stanno subendo i furti di ignoti che, di notte, entrano nei negozi per prendere i soldi in cassa o gli articoli che trovano a portata di mano e fuggono via. Intanto, alla luce degli ultimi furti, l’Ascom stabiese (guidata dal presidente Johnny De Meo) ha chiesto ed ottenuto un incontro con il sindaco Gaetano Cimmino, per fare il punto su una serie di importanti questioni di interesse per il commercio e la vivibilità. “Visti gli ultimi accadimenti in città – si legge in una nota dell’Ascom – che hanno coinvolto alcuni colleghi vittime di furti e danneggiamenti ai loro negozi, si è deciso di chiedere un tavolo di confronto che coinvolga tutte le forze dell’ordine presenti sul territorio, al fine di ottenere maggiori controlli, soprattutto nelle ore serali. Restando in tema sicurezza siamo stati rassicurati dal primo cittadino circa il ripristino del sistema di videosorveglianza comunale”.



Share