E’ così, la comunicazione del lunedì è sempre uguale a se stessa. Calo nei tamponi processati nel giorno festivo che precede e di riflesso aumento del tasso di positività: meno sono i tamponi lavorati e più sale la percentuale tra tamponi e positivi. E’ questo, ormai, un assunto diventato affidabile.


E così oggi i tamponi calano e la percentuale sale. I nuovi positivi nelle ultime 24 ore in Campania sono 754 (di cui 24 casi identificati da test antigenici rapidi). I tamponi processati sono stati la metà di quelli di ieri: 8.384 (di cui 761 antigenici).

Risultano essere asintomatici 723 di questi nuovi contagiati, mentre 7 sono i sintomatici. I dati si riferiscono ai soli positivi al tampone molecolare.

Il tasso di positività risulta quindi in salita di quasi 2 punti e mezzo, giungendo quasi al nove per cento, arrivando a 8,99%, ieri era al 6.59%.


Dopo quattro giorni i nuovi contagiati scendono sotto i mille casi, ma i tamponi processati però sono un terzo della media.

La scuola torna in presenza per le scuole medie, in attesa che dal primo febbraio sia ripristinata anche alle superiori. Intanto in diversi Comuni i sindaci hanno firmato ordinanze che sospendono la didattica in presenza a causa di mini focolai o per la necessità di effettuare i tracciamenti dei nuovi contagiati.

Intanto, oggi, le studentesse e gli studenti della provincia di Napoli si sono mobilitati in un presidio statico davanti al palazzo della Regione per presentare le proprie richieste riguardanti l’organizzazione di un rientro in sicurezza: “Chiediamo – dicono gli studenti scesi in strada – di rientrare in presenza: questo però non sottintende un rientro in qualunque condizione! Questa volta, noi studenti e studentesse chiediamo che vengano rispettate le nostre condizioni, perché pensiamo che il Diritto alla Salute e il Diritto allo Studio non debbano prescindere l’un l’altro“.




I contagi in Campania negli ultimi 10 giorni:

Venerdì 15 gennaio       –  7,74%  –  1.132 contagiati
Sabato 16 gennaio        –  6,99%  –  1.021 contagiati
Domenica 17 gennaio    –  9,20%  –     714 contagiati
Lunedì 18 gennaio         –  6,89%  –     651 contagiati
Martedì 19 gennaio        –  6,3%    –    968 contagiati
Mercoledì 20 gennaio     –  7,85%  – 1.215 contagiati
Giovedì 21 gennaio        –  7,99%  – 1.106 contagiati
Venerdì 22 gennaio        –  7,34%  – 1.150 contagiati
Sabato 23 gennaio         –  6.59%  – 1.069 contagiati
Domenica 24 gennaio     –  8,99%  –    754 contagiati

 



Negli ospedali il numero dei ricoverati sale ancora, ma calano le terapie intensive. Nelle terapie intensive ci sono 548 posti letto disponibili. Tra pubblico e privato la disponibilità per i ricoveri ordinari Covid oggi quindi diminuisce e restano liberi 1.705 posti letto.

La percentuale di occupazioni di letti nei vari reparti regionali di terapia intensiva, cala in conseguenza ai minori ricoveri ed oggi è al 16%.




Situazione Clinica

Il totale dei positivi è di 214.776 (di cui 706 antigenici) da inizio pandemia in Campania, mentre il totale dei tamponi eseguiti è arrivato a 2.339.916 (di cui 13.436 antigenici).

Oggi i guariti registrati nel report quotidiano sono 646 con i quali giungono a 148.085 pazienti campani che hanno superato la malattia.

I decessi in Campania salgono a 20 quelli accertati nel bollettino dell’Unità di Crisi, 7 deceduti nelle ultime 48 ore e 13 deceduti in precedenza ma registrati ieri. Con le vittime odierne giungono a 3.618 quelle campane da inizio pandemia. Sono 3.148 i decessi dal primo ottobre in Campania.

I positivi con sintomi Covid ricoverati negli ospedali campani oggi sono 1.455, sette in più rispetto a ieri. Scendono di sette unità e sono ora 105 le persone ricoverate in Terapia Intensiva, con 4 nuovi ingressi nelle 24 ore.

Il numero delle persone attualmente positive oggi aumenta ancora di 88 unità e risulta essere di 63.073. Aumenta anche il numero delle persone in isolamento domiciliare che oggi sono 61.513, con 88 unità in più.

Grafici elaborati da Giuseppe Velardo




Questi i dati del contagio provincia per provincia:

– Provincia di Napoli        :  130.318   (+408)   
– Provincia di Salerno      :    30.530   (+186)                            
– Provincia di Avellino     :       9.750     (+50)            
– Provincia di Caserta      :    37.992   (+106)
Provincia di Benevento :      5.405     (+27)                                     

Il dato riferisce il riepilogo diffuso dalla Protezione Civile comprendente anche casi già noti ma solo ora confermati. Non sono riportati ulteriori casi in attesa del secondo tampone di conferma.



Il contagio in Italia

Sono 8.561 i nuovi casi di Covid in Italia nelle ultime 24 ore, per un totale, dall’inizio dell’emergenza, di 2.475.372. L’incremento delle vittime, invece, è di 420, che porta il numero complessivo ad 85.881 In base ai dati del bollettino del ministero della Salute, gli attualmente positivi in Italia sono 491.630, con un calo di 7.648 rispetto a ieri. Dall’inizio dell’epidemia sono invece 1.897.861 i pazienti dimessi o guariti, con un incremento nelle ultime 24 ore di 15.787.

Sono due le regioni che hanno più di mille nuovi casi di Covid registrati nelle ultime 24 ore: si tratta della Lombardia, con 1.484 casi individuati, e dell’Emilia Romagna (1.164). Seguono la Sicilia (885), il Lazio (874) e la Campania (754).

Sono 143.116 i test per il coronavirus (molecolari e antigenici) effettuati in Italia nelle ultime 24 ore. Ieri, secondo i dati del ministero della Salute, erano stati 216.211. Il tasso di positività continua lievemente a salire ed è ora al 5,98% (ieri era al 5,3%).

Salgono ancora i ricoveri in terapia intensiva e tornano a crescere anche quelli nei reparti ordinari. Sono 2.421 i pazienti ricoverati in terapia intensiva, 21 in più nel saldo tra entrate e uscite rispetto a ieri. Gli ingressi giornalieri, secondo i dati del ministero della Salute, sono 150. Nei reparti ordinari sono invece ricoverati 21.424 pazienti, in aumento di 115 unità rispetto a ieri.

Share