Con un comunicato stampa firmato dai membri del gruppo consiliare “Progetto Comune”, Di Giorgio Domenico, Stabile Renato, Pagano Antonio, Nardiello Silvana, Sproviero Francesca, prendono posizione sui gravi fatti che vedono coinvolti i vertici comunali:

“Con il provvedimento di oggi del Tribunale Penale di Salerno si avvia il processo per “Falso in Bilancio” ed altri reati gravi contro la pubblica amministrazione in cui si sono trovati direttamente coinvolti esponenti di primo piano dell’attuale amministrazione, dal Sindaco Chiola al suo Vice Buonomo, e si confermano in pieno tutti i rilievi e le preoccupazioni che abbiamo puntualmente segnalato agli organi di riferimento sulla gestione amministrativa e finanziaria del nostro Comune negli ultimi 3 anni.


Di certo questa conferma arrivata dalla Procura di Salerno non ci fa gioire, in quanto ci lascia l’amaro in bocca, perché rivedere ancora una volta la nostra comunità al centro della cronaca giudiziaria non ci fa certo piacere, ma sicuramente mette finalmente la parola “fine” al velo di “menzogne” che hanno accompagnato l’attuale compagine amministrativa di maggioranza in questi pochi anni di gestione del governo cittadino, l’avvio di un processo per gravi reati contro la pubblica amministrazione non lascia più dubbi in campo sulle responsabilità che saranno sicuramente accertate nel corso del procedimento stesso.


Rimaniamo in ogni caso garantisti, ma rispettosi delle Istituzioni, per cui invitiamo i soggetti interessati dal procedimento penale, se non ritengono dimettersi dal proprio incarico, debbano almeno sospendersi dalla propria funzione, fino a quando il procedimento avviato non accerti le relative responsabilità, il tutto a garanzia dell’Ente stesso, del funzionamento corretto dei suoi Organi e della Comunità tutta.

E’ sicuramente questo l’appello pubblico che rivolgiamo alle persone coinvolte, chiedendo al tempo stesso agli Organi di Garanzia di assicurare l’agibilità democratica in questo territorio”.



Share