La Juve Stabia perde il derby. Esce sconfitta dal Menti contro l’Avellino. Espulso Mulé

In un freddissimo Menti l’Avellino fa suo il derby vincendo per 1-0 contro la Juve Stabia. Sul risultato del match pesano le decisioni dell’arbitro Marini per l’espulsione dello stabiese Mule’ al 15′ della ripresa e sulla convalidazione della rete decisiva di Maniero al 22′, con i gialloblù a contestare sulla palla precedente uscita sul fondo.

La Juve Stabia ha giocato alla pari con la forte formazione irpina e ha fallito due occasioni gol nel primo tempo con Borrelli e Marotta.

L’Avellino si è dimostrata cinica e con questa vittoria passa al secondo posto. La Juve Stabia esce sconfitta ma resta in zona play off.



Juve Stabia con il 3-4-3, assente Troest in difesa , lo sostituisce il giovane Elizalde. In attacco tridente con Orlando, Marotta e Borrelli. Out anche Scaccabarozzi, Iannoni, Lia e Fioravanti nelle fila stabiesi. L’Avellino risponde con il 3-5-2 con Maniero e Santaniello in attacco.

La Juve Stabia perde il derby. Esce sconfitta dal Menti contro l’Avellino. Espulso Mulé

Pronti-via e la Juve Stabia al 1′ ha un’occasione propizia con Borrelli: l’attaccante va in percussione e dal limite dell’area fa partire un tiro deviato alla grande dal portiere Forte. All’ 8′ si ripete Borrelli con un destro dai 20 metri, palla di poco fuori.


Al 13′ squillo dell’Avellino con Maniero su punizione dai 25 metri, Russo para a terra.

Al 18′ occasione monstre per i gialloblù: discesa sulla destra di Garattoni, cross in area per Marotta che in area piccola indirizza in porta, ma Forte si supera con una parata strepitosa.

Al 25′ l’Avellino si rende pericoloso con un gran tiro dalla distanza di un niente fuori alla destra di Russo.

Nella seconda parte del primo tempo le squadre rallentano i ritmi : la frazione termina sullo 0-0.

Ad inizio ripresa il match resta equilibrato. La svolta decisiva al 15′: il difensore Mulé viene espulso per fallo da ultimo uomo su Santaniello. Decisione molto contestata dai gialloblù in quanto il difensore era defilato sulla destra e al centro, in linea, c’era anche Esposito delle vespe in recupero.

La superiorità numerica spinge in attacco l’Avellino, che passa al 22′ con Maniero che finalizza un’azione d’angolo in mischia. Proteste reiterate dei gialloblù in quanto la palla sembrava precedentemente uscita sul fondo di circa un metro. La Juve Stabia ci prova nel finale inserendo Fantacci e Cernigoi in attacco e mettendo pressione agli irpini.

L’Avellino si difende nei quattro minuti di recupero e porta a casa la preziosa vittoria.


Tabellino

Juve Stabia (3-4-3): Russo 6; Mule’ 5.5 Elizalde 6 Esposito 6; Garattoni 6.5 Berardocco 6 Vallocchia 5.5 (34′ st Fantacci 5) Rizzo 6; Orlando 6 ( 34′ st Cernigoi 5) Marotta 5.5 Borrelli 6 (23′ st Mastalli 5.5). All.: Padalino 6.

Avellino (3-5-2): Forte 7; Rocchi 6 Miceli 6 Silvestri 6; Ciancio 6 Carriero 6 Aloi 6 D’Angelo 5.5 (13′ st De Francesco 6) Tito 5.5 (43′ st Baraye sv) ; Maniero 7 (28′ st Bernardotto 5.5) Santaniello 6 (28′ st Fella 5.5). All.: Braglia 6.

Arbitro: Marini di Trieste 4. Guardalinee: De Pasquale-Fraggetta. Quarto uomo: Feliciani di Teramo. Marcatori: 22′ st Maniero (A) Espulso: 15′ st Mule’ (JS) per fallo da ultimo uomo. Ammoniti: Miceli (A), Carriero (A), Russo (JS), Tito (A), Forte (A). Note: partita a porte chiuse. Angoli 7-5. Recupero: 1′ pt-4′ st. Prima del match, un minuto di raccoglimento in ricordo dell’ex arbitro Mattei recentemente scomparso.

Domenico Ferraro



Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano