Poesie Disoneste e altre Riflessioni sulla Violenza di Genere è il titolo dell’ultimo lavoro editoriale di Virginia Ciaravolo e Claudia Saba che vanta la Prefazione di Barbara de Rossi con un’ampia Illustrazione di Cristina Botta che vede Laura Capone, quale Editore (ISBN 9788831227360). Il libro è ben rappresentato da un book trailer e, lo potete trovare in tutte le librerie fisiche o online.

Un lavoro accompagnato da riflessioni a quanto mai attuali che a giorni sarà presentato alla Camera dei Deputati e che va in libreria proprio in occasione dell’8 marzo: Giornata Internazionale della Donna. Giornata dedicata al ricordo e alla riflessione sulle conquiste politiche, sociali, economiche del genere femminile, due donne Virginia Ciaravolo psicoterapeuta criminologa e Claudia Saba giornalista-scrittrice escono con un piccolo pamphlet, appunto, dal titolo: “poesie disoneste e altre riflessioni sulla violenza di genere. “Con la prefazione della bravissima attrice Barbara de Rossi, da sempre accanto alle donne e da innumerevoli anni testimonial del progetto la Valigia di salvataggio per donne in fuga dalla violenza.

Venticinque poesie che trattano la violenza in tutte le sue innumerevoli sfaccettature, a margine di ognuna la precisa e puntuale decodifica di Virginia Ciaravolo che ne analizza forme e contenuti.

I versi taglienti arrivano immediati e come tatuaggi si imprimono a pelle, nelle spiegazioni troviamo come in una gelida autopsia quanto orrore dietro un agito di un maschio maltrattante.

Due donne differenti che si mettono a nudo, ma che unite regalano conoscenza e poesia, dolore e coraggio nel resistere. Il piccolo pamphlet è un condensato di saperi su questo fenomeno che riempie gli articoli di cronaca ed inesorabile, continua a far salire il numero di donne uccise per mano di chi diceva di amarle.

I proventi del libro di poesie e riflessioni sulla violenza di genere andranno a Salvamamme – Salvabebè. Storica Associazione che da circa venti anni si spende a favore di Donne e minori vittime di violenza di genere e non solo.

Share