Bella impresa delle Vespe stabiesi in Sicilia. Il Palermo passa in vantaggio con Luperini dopo errore della difesa stabiese in ripartenza d’azione (passaggio avventato di Russo su Berardocco marcato in area), ma poi la compagine stabiese, dopo un abbrivio balbettante, riesce ad organizzare un’efficace reazione pareggiando con Berardocco nel primo tempo con un preciso tiro dal limite.

Nella ripresa la Juve Stabia mette la freccia con Fantacci in apertura (gol in scivolata dell’esterno su assist del giovane Guarracino da sinistra) e poi la punta Marotta sigla una pregevole doppietta che mette al sicuro il risultato.

Il Palermo abbozza una reazione nel forcing finale segnando ancora con Luperini in mischia, ma la Juve Stabia gestisce bene il vantaggio e può brindare al quarto successo esterno di fila. Un successo meritato e storico (il primo per i gialloblù sul terreno siculo) che da’ consapevolezza e vigore alla compagine di mister Padalino, sebbene bisogna rimarcare che nei primi venti minuti le vespe hanno sofferto gli avanzati del Palermo.

Con questa vittoria in trasferta la Juve Stabia si consolida al sesto posto con 40 punti in zona play off. Domenica prossima le Vespe giocheranno al Menti alle ore 15 il derby contro la Turris.

Le formazioni

Juve Stabia in formazione rimaneggiata con varie assenze per infortunio (Garattoni, Mastalli, Fioravanti, Cernigoi, Orlando) e squalifiche (Vallocchia e Troest): mister Padalino deve fare di necessità virtù e propone il 3-4-3 con il solo Marotta davanti, coadiuvato da Fantacci e Guarracino. In difesa c’è il ritorno di Elizalde al centro, si rivedono poi Lia e Rizzo a centrocampo, rispettivamente sulle catene di destra e sinistra. Il bomber Borrelli parte invece dalla panchina.

Il Palermo del nuovo mister Filippi, che nell’ultimo turno ha vinto il derby contro il Catania in trasferta, si dispone con il 4-2-3-1: in attacco assente Saraniti, al suo posto il giovane Lucca, con Valente, Silipo e Floriano a supporto. In panchina l’attaccante Kanoute’.

La partita

Il Palermo parte subito molto aggressivo e al 6’ passa in vantaggio con grosse responsabilità della retroguardia stabiese: con palla in possesso delle Vespe in costruzione dalla difesa, in area il portiere Russo appoggia per Berardocco, il quale si fa soffiare palla da Luperini in contrasto con il centrocampista palermitano, che segna a tu per tu con l’estremo difensore.

Dopo un inizio molto problematico con il Palermo in pressing, la Juve Stabia cerca di proporsi in avanti senza costrutto: troppo solo Marotta in attacco.

Al 27’ break della Juve Stabia che raggiunge il pareggio: su azione di ripartenza da sinistra, la palla arriva a Marotta in attacco che la smista per Lia, che si propone sulla destra, assist al limite dell’area per Berardocco che, di sinistro perentorio, infila l’incerto Pelagotti nell’angolo a sinistra della porta peloritana.

Al 31’ buona occasione per la Juve Stabia con punizione da sinistra dell’area locale battuta da Marotta, ma la palla si spegne alta sulla traversa.

Nel finale della prima frazione non si registrano più occasioni: il primo tempo termina sull’1-1. Dopo i primi venti minuti di chiara marca rosanero, la Juve Stabia ha saputo reagire e ha trovato un meritato pareggio.

Ad inizio ripresa al 3’ passa in vantaggio la Juve Stabia: Marotta conquista palla a centrocampo e fa ripartire la Juve Stabia con Guarracino sulla sinistra, che si libera dei difensori rosanero e crossa in area per Fantacci che segna in perfetta scivolata. Il gol
subito scuote il Palermo che al 13’ con Floriano ci prova dal limite dell’area con tiro pericoloso, di poco a lato sulla destra di Russo.

Le forze fresche immesse da mister Filippi danno nuova linfa al Palermo che alza il suo baricentro e va in forcing alla ricerca del pareggio. Mister Padalino cambia assetto al 18’ della ripresa: dentro la punta Borrelli e il centrocampista Bovo, fuori i due esterni d’attacco Fantacci e Guarracino.

Al 22’ la Juve Stabia cala il tris: ottima azione di Scaccabarozzi sulla sinistra, che mette un invitante cross a centro area con Marotta abile in diagonale a segnare con la difesa peloritana assolutamente in bambola. Al 23’ il neo entrato Rauti del Palermo impegna severamente Russo con un bel diagonale in area, deviato sul palo dal portiere stabiese.

La Juve Stabia prende il volo al 26’ ed è ancora Marotta ad andarsene in contropiede, dopo un altro errore della difesa di casa, e a beffare il portiere Pelagotti con bel destro in diagonale.

Al 37’ il Palermo trova il secondo gol con Luperini svelto a concretizzare in area un cross da destra di Santana. La squadra di casa si getta all’attacco in forcing con la Juve Stabia ora a
protezione del risultato. Nei cinque minuti di recupero il Palermo cinge d’assedio le vespe, Rauti di testa va vicino al gol in furibonda mischia, all’ultimo minuto viene anche espulso la punta Lucca del Palermo, ma la Juve Stabia tiene bene e può festeggiare il meritato successo esterno.

Tabellino

Palermo (4-2-3-1): Pelagotti 5; Accardi 5 Peretti 5 (7’ st Somma 5) Palazzi 5 Almici 5; (7’st Crivello 5); Luperini 7 De Rose 5.5 (37’ st Broh sv) ; Valente 5.5 (22’ st Rauti 6)  Silipo 5 (7’st Santana 6) Floriano 5.5; Lucca 5. All.: Filippi 5.

Juve Stabia (3-4-3): Russo 5.5; Mule’ 6.5 Elizalde 7 Esposito 6.5; Lia 6 (35’ st Iannoni 6) Berardocco 7 (32’ st Caldore 6) Scaccabarozzi 7 Rizzo 6 (32’ st Suciu 6); Fantacci 7 (17’ st Borrelli 6) Marotta 8 Guarracino 6.5 (18’ st Bovo 6). All. Padalino 7.

Arbitro: Cudini di Fermo 5.

Marcatori: 6’ pt Luperini (P), 27’ pt Berardocco (JS), 3’ st Fantacci (JS) , 22’ st Marotta (JS), 26’ st Marotta (JS), 37’ st Luperini (P).

Espulso: 50’ st Lucca (P) per proteste

Ammoniti: Berardocco (JS), Peretti (P), Accardi (P),Fantacci (JS), Rauti (P), Bovo (JS)

Note: partita a porte chiuse. Angoli 6-4. Recupero: 1’ pt-5’ st.

Domenico Ferraro

Share