Oltre alla penuria della domenica, questa settimana c’è da aggiungere il fattore “Pasqua”, e così alla fine i tamponi analizzati sono risultati veramente pochi. Pochi anche i positivi evidenziati, ma sempre a fronte di meno di un terzo di tamponi processati.

E purtroppo ancora un altro lunedì di anomala crescita del tasso di positività. Il problema è, più che altro, evidenziato dal fatto che il rapporto tra tamponi effettuati e nuovi positivi era già alto ieri e nei giorni scorsi con un dato che si assestava sopra l’11%. La conseguenza logica era ritrovare, nel report dell’anomalo lunedì, la Campania che sfiora il quattrodici per cento.


I tamponi molecolari effettuati nella giornata di ieri e riportati nel bollettino odierno sono stati 6.687. I nuovi positivi riscontrati sono 929, sempre esclusivamente derivanti dai test molecolari.




Gli asintomatici risultano essere 528, mentre i positivi che accusano i sintomi del Covid, oltre il 40% dei positivi riscontrati, oggi 401 risultano essere comunque troppi. Tutti numeri comunque riferiti sempre ai soli positivi al tampone molecolare.

Anche nel bollettino odierno sono riportati i tamponi antigenici rapidi effettuati, che sono stati 3.838, sempre senza gli eventuali positivi riscontrati da questi test.




Dall’incrocio dei dati odierni, ovviamente solo su quelli dei tamponi molecolari, il tasso di positività, il rapporto tra tamponi lavorati e positivi riscontrati, registra l’ennesima impennata raggiungendo il 13.89, ieri era al 11,07%.

I contagi in Campania negli ultimi 10 giorni:

Venerdì 26 marzo         –11.01%  – 2.209 contagiati 
Sabato 27 marzo          –11,42%  – 2.095 contagiati
Domenica 28 marzo      –11.68%  – 1.169 contagiati
Lunedì 29 marzo           –10,28%  1.573 contagiati
Martedì 30 marzo          –10,51%  2.016 contagiati
Mercoledì 31 marzo       –11,55%  – 2.258 contagiati
Giovedì 1 aprile             –11,11%  – 2.057 contagiati
Venerdì 2 aprile             –11,93%  – 2.314 contagiati
Sabato 3 aprile              –11,07%  – 1.908 contagiati
Domenica 4 aprile          –13,89%  –   929 contagiati

 

 



Negli ospedali è salito il numero dei ricoverati in terapia intensiva. Rispetto alla dotazione complessiva di 656, sono oggi disponibili sempre 497 posti letto sull’intera rete ospedaliera.

Dopo una flessione significativa registrata sabato, risalgono con gli interessi i pazienti nei reparti ospedalieri dedicati al Covid. La riserva di posti letto è di  1.561 sui 3.160 disponibili in ambito regionale, sommando strutture pubbliche e private convenzionate.

Situazione Clinica

Il totale dei positivi è di 346.755, da inizio pandemia in Campania, mentre il totale dei tamponi eseguiti è arrivato a 3.707.152.

I guariti registrati nel report quotidiano sono 1.386. Con quelli odierni coloro che hanno battuto il virus in Campania giungono a 248.732.

Fortunatamente ancora pochi i decessi, sono stati 9 i morti registrati  nelle ultime 48 ore. Con le vittime odierne il numero dei campani sconfitti dal coronavirus arrivano a 5.525 da inizio pandemia.

I positivi con sintomi Covid ricoverati negli ospedali campani oggi sono 1.599, rispetto a ieri 90 in più. Sono invece 159 le persone ricoverate in Terapia Intensiva, 6 in più di ieri.

Il numero delle persone attualmente positive oggi calano di 466 unità, segnando un totale di 92.498, cala di 562 unità anche il numero delle persone in isolamento domiciliare che oggi sono 90.740.

Grafici elaborati da Giuseppe Velardo




Questi i dati del contagio provincia per provincia:

– Provincia di Napoli        :  202.491      (+534)   
– Provincia di Salerno      :    56.682      (+136)                            
– Provincia di Avellino     :    16.087         (+86)              
– Provincia di Caserta      :    54.839       (+162)
Provincia di Benevento :      9.087        (+10)                                

Il dato comunque riferisce il riepilogo diffuso dalla Protezione Civile comprendente anche casi già noti ma solo ora confermati. Non sono riportati ulteriori casi in attesa del secondo tampone di conferma.

Il contagio in Italia

Sono 10.680 i positivi al test del coronavirus in Italia nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 18.025.

Sono invece 296 le vittime in un giorno (ieri 326). I tamponi sono stati appena 102.795.

In totale i casi da inizio epidemia sono 3.678.944, i morti 111.326. Gli attualmente positivi sono 570.096 (+1.061 rispetto a ieri), i guariti e dimessi 2.997.522 (+9.323), in isolamento domiciliare ci sono 537.574 persone (+674).

Sono  stati effettuati 102.795 tamponi molecolari e antigenici. Ieri i test erano stati 250.933, oltre 148mila in più rispetto ai dati diffusi oggi sulle ultime 24 ore. Il tasso di positività schizza al 10,4%, ieri era al 7,1%.

Sono 3.737 i pazienti ricoverati in terapia intensiva per Covid in Italia, in aumento di 34 unità rispetto a ieri nel saldo giornaliero tra entrate e uscite, mentre gli ingressi giornalieri in rianimazione, secondo i dati del ministero della Salute, sono 192 (ieri 195). Nei reparti ordinari sono invece ricoverate 28.785 persone, in aumento di 353 unità rispetto a ieri.

In Italia ha ricevuto una dose di vaccino il 68,17% del personale scolastico, secondo il report settimanale aggiornato al 2 aprile sulla campagna di somministrazione messo online dal Commissariato all’emergenza su governo.it. Ad aver ricevuto anche il richiamo è appena lo 0,59% di questa categoria. Tra il personale sanitario la percentuale – che ha iniziato molto prima la vaccinazione – con una dose sale fino al 91.67%, mentre il 76,28% è completamente immunizzato. Gli over 80 vaccinati con una dose in Italia sono il 56,76%, con due dosi il 30,20%. Gli over 70 (fino a 79 anni) vaccinati con una dose sono invece l’11,11%, anche con il richiamo appena l’1,87%. Tra gli ospiti delle Rsa – altra categoria vaccinata tra le prime – l’89,42% ha ricevuto una dose, il 72,96% anche il richiamo, sempre secondo il report del governo.



Share