Romano, classe 2009, a Viterbo ha fatto vedere di non tirarsi indietro quando c’è da combattere, ottenendo un secondo posto in Prefinale e un quinto posto in Finale.

Ora cercherà il riscatto sulla pista di Arce l’11 aprile, dove ci fa sapere che va forte: “La prossima gara sarà ad Arce, Frosinone, circuito di casa del Team Turriziani Racing, dove mi aspetto di recuperare in ottica campionato e magari vincere la gara, dato che su quella pista vado abbastanza forte”.


La DrcSportManagement lo ha intervistato. Nonostante la giovane età, alle domande ci ha risposto lui personalmente. Leggete come parla da pilota esperto…

Ciao Samuele, complimenti per la gara di domenica a Viterbo, come è andata? Sei soddisfatto?

Nel warm up della domenica mattina siamo stati i più veloci, poi ho messo le gomme nuove per la qualifica ma sono arrivato solo quarto. In Gara 1, grazie a una buona partenza, sono riuscito subito a salire in seconda posizione e a chiudere anche la gara secondo. Anche in Gara 2 ho fatto una buona partenza, sono salito in prima posizione però non riuscivo a tenere il passo degli altri e dopo una lunghissima bagarre sono arrivato quinto. Sono soddisfatto di questo weekend di gara, sono stato comunque competitivo anche se il risultato finale non è stato buonissimo.


Come è nata la passione per i kart?

Quando ero piccolo mi piaceva molto andare sulle macchinette alle giostre, mio papà lo ha notato e mi ha chiesto: “Tu sai cos’è il kart?”, io ho risposto che no, non lo sapevo, e così all’età di 6 anni ho fatto il mio primo giro su un kart 4 tempi a noleggio, mi è piaciuto molto e da lì è nata la mia passione per il kart.


Come ti alleni?

Io mi alleno facendo i pesi a casa, prima che scoppiasse il Covid facevo anche karate. Quando è possibile mi alleno in pista con il kart e il mio Team, se non è possibile, perché il Team fa anche altri campionati ed è molto tempo che non mi alleno in pista, vado in qualche circuito e giro con i kart a noleggio.

Share