Si è svolta nella mattinata di oggi, martedì 13 aprile, presso la sede comunale di via Provinciale Schiti, la formazione per 40 percettori del Reddito di Cittadinanza inseriti nel progetto “Scuole sicure”.

Il progetto ha una durata di 12 mesi, e i beneficiari del RdC saranno suddivisi in due turnazioni di impiego della durata di 6 mesi ciascuna.


«L’attività progettuale – spiegano gli assessori Luigi Cirillo e Raffaele Pignataro – si propone di garantire presso gli istituti scolastici, in questo periodo di emergenza sanitaria, il rispetto delle regole alla base del distanziamento sociale, attraverso interventi di prima accoglienza, vigilanza e controllo, oltre che un supporto per la riqualificazione delle aree scolastiche, con interventi di piccola manutenzione degli spazi esterni ed interni.


Questo è solo il primo dei sei progetti che prevedono l’impiego complessivo di 140 percettori di Reddito di Cittadinanza.

Tutti i percettori impiegati in “Scuole sicure” , che partirà nei prossimi giorni – concludono – saranno dotati di pettorina e dispositivi di protezione individuale».

I responsabili del progetto sono il dirigente dell’Ambito Sociale N30, dott. Nicola Anaclerio, e il comandante della Polizia Locale, ten. Antonio Virno.



Share