Gli attivisti del gruppo Rinascita hanno annunciato che a breve si costituiranno come partito politico a tutti gli effetti. Nati come collettivo circa un anno e mezzo fa i giovani militanti hanno seguito un percorso socio-politico sul territorio pomiglianese che si è concluso egregiamente alle ultime amministrative. Con il sostegno e il grande contributo dato alla campagna elettorale del neo sindaco Gianluca Del Mastro, gli attivisti hanno conquistato con Antonio Avilio un posto in consiglio comunale.


Il processo di costituzione partitica, con la formazione di un solido organigramma dovrebbe concludersi il prossimo autunno, dichiarano i giovani di Rinascita. Intanto è stato redatto un “Manifesto dei valori” che verrà presentato pubblicamente nelle prossime settimane. Mentre il processo burocratico della costituzione del partito si completerà gli attivisti non resteranno a guardare.

Sono stati formati all’interno del coordinamento dei gruppi tematici, che nei prossimi mesi lavoreranno sulle proposte programmatiche della piattaforma e quelle della città pomiglianese. Enti, associazioni cittadine, le aziende locali e tutti i liberi cittadini potranno partecipare. Successivamente nella massima trasparenza e coerenza le proposte presentate, saranno prima discusse con i cittadini stessi pubblicamente e poi presentate direttamente al sindaco Del Mastro.


Le aree tematiche d’interesse che Rinascita per prime porterà all’attenzione dell’amministrazione locale sono diverse. In primis il tema della Funzione pubblica, sulla quale stanno lavorando il consigliere Antonio Avilio, Antonio Tondi ex consigliere del gruppo misto durante l’amministrazione Russo, Roberto Oratino e Raffaele di Pasquale.

L’area Ambiente sarà di competenza di Gianluigi Renzi, per la cultura Carla Mercogliano, le politiche sociali e il lavoro saranno affidate a Ferdinando Bigliardo. Per la legalità Vito “Fender” Esposito, per “Pomigliano europea” Antonio Esposito, il settore scuola e sport  Raffaele Di Pasquale, mentre l’ufficio stampa sarà affidato a Daniele De Somma.

La formazione di una nuova forza politica in città lascia alcuni dubbi sulla tenuta e la compattezza futura della maggioranza in consiglio comunale. Nonostante l’evoluzione partitica dei giovani di Rinascita le intenzioni non sono quelle di “rivendicare uno spazio” ma di concretizzare il loro percorso politico, senza negare una certa amarezza nei confronti delle altre forze politiche di maggioranza “ancora lontane dall’ideologia di sinistra e incapaci ad ora di riempire il deserto politico che da anni soffoca la città di Pomigliano”.


A chi ha visto in questa trasformazione partitica la possibilità di minare nel tempo la tenuta della coalizione di governo il consigliere Avilio risponde dalla sua pagina social dichiarando: E’ tempo di guardare avanti e di osare, le ragioni che ci spinsero a costituirci nell’ autunno del 2019 non sono venute meno, ma le prospettive sono sempre cupe, il deserto politico che denunciammo persiste aggravato dalla più dura crisi sanitaria degli ultimi decenni e dalla prospettiva che la crisi sociale sarà anche peggiore. Bisogna ridare una casa a tutti i senza tetto di sinistra , provare a capire come fare per parlare di uguaglianza, giustizia sociale , lavoro nel tempo di oggi rimediando ai vecchi errori  e andare uniti a parlare di nuovo li dove il disagio cova e organizzare e offrire la speranza”.

Cinzia Porcaro



Share