Un giorno giù e uno su. I dati dell’andamento epidemico restano altalenanti e oggi il tasso di positività ritorna a salire di circa un punto percentuale. I tamponi processati nella giornata festiva del primo maggio sono circa 8mila in meno alle 24 ore precedenti e come al solito quando il numero dei test è più basso la percentuale tende sempre a salire come è nuovamente accaduto oggi.

Sono stati lavorati 14.087 tamponi molecolari, mentre il numero dei nuovi positivi riscontrati risulta essere di 1.352 unità, anche questo numero è esclusivamente relativo ai test molecolari.

Dall’incrocio dei dati odierni, ovviamente solo quelli dei tamponi molecolari, il tasso di positività, il rapporto tra tamponi lavorati e positivi riscontrati, arriva al 9.59%, ieri era al 8,7%.


Gli asintomatici risultano essere 914, mentre i positivi che presentano i sintomi del Covid oggi sono stati 438.

Riportati anche i tamponi antigenici rapidi effettuati, oggi 5.096, ancora una volta senza riportare alcun positivo.

I responsabili della compilazione della ormai famosa tabella del Ministero della Salute continuano a riportare dati ERRATI nella casella dei tamponi giornalieri in Campania. Anche oggi un numero assolutamente ERRATO anche se dopo due giorni di estrazioni a caso, oggi sono riusciti, sbagliando, a fare la somma esatta tra tamponi molecolari ed antigenici rapidi. La tabella riporta 19.183.

La somma ottenuta, è chiaramente impropria e fa sì che per il Ministero oggi la Campania sia con un tasso di positività del 7,04%

LEGGI ANCHE




I contagi in Campania negli ultimi 10 giorni:

giovedì 22 aprile          –10,02%1.970 contagiati
venerdì 23 aprile          – 9,29%  2.012 contagiati
sabato 24 aprile           –10,65% – 1.854 contagiati
Domenica 25 aprile       –11,28% – 1.282 contagiati
Lunedì 26 aprile            – 9,17%  – 1.654 contagiati
Martedì 27 aprile           – 8,01%  – 1.844 contagiati
Mercoledì 28 aprile        – 9,05%  1.986 contagiati
Giovedì 29 aprile           – 9,15%  – 1.898 contagiati
Venerdì 30 aprile           –  8,7%   – 1.950 contagiati
Sabato 1 maggio           – 9,59%  – 1.352 contagiati

 

 



Negli ospedali sale il numero dei ricoverati in terapia intensiva. Rispetto alla dotazione complessiva di 656, restano disponibili 513 posti letto sull’intera rete ospedaliera. 

In aumento anche i ricoverati nei reparti ospedalieri dedicati al Covid. La riserva di posti letto è oggi di 1.693 sui 3.160 disponibili in ambito regionale, sommando strutture pubbliche e private convenzionate.




Situazione Clinica

Il totale dei positivi è di 395.094, da inizio pandemia in Campania, mentre il totale dei tamponi eseguiti è arrivato a 4.355.232.

I guariti registrati nel report quotidiano sono 1.701. Con quelli odierni coloro che hanno battuto il virus in Campania giungono a 297.441.

I decessi registrati sono stati 11 nelle ultime 48 ore. Con le vittime odierne il numero dei campani sconfitti dal coronavirus arriva a 6.416 da inizio pandemia.

I positivi con sintomi Covid ricoverati negli ospedali campani oggi sono 1.467, 26 in meno di ieri. Sono 143 le persone ricoverate in Terapia Intensiva, rispetto a ieri 6 in più con 18 ingressi nelle 24 ore.

Il numero delle persone attualmente positive oggi cala di 360 unità, segnando un totale di 91.237, diminuisce di 392 unità anche il numero delle persone in isolamento domiciliare che oggi sono 89.627.



Grafici elaborati da Giuseppe Velardo

Questi i dati del contagio provincia per provincia:

– Provincia di Napoli        :  231.787 (+839)   
– Provincia di Salerno      :    63.815 (+175)                           
– Provincia di Avellino     :    18.488 (+66)              
– Provincia di Caserta      :     61.848 (+241)
Provincia di Benevento :    11.610 (+30)                               

Il dato comunque riferisce il riepilogo diffuso dalla Protezione Civile comprendente anche casi già noti ma solo ora confermati. Non sono riportati ulteriori casi in attesa del secondo tampone di conferma.

Il contagio in Italia

Nelle ultime 24 ore è stato registrato il dato più basso di decessi per Covid negli ultimi 7 mesi, 144 vittime. L’ultimo dato analogo era stato registrato il 26 ottobre 2020, quando il bollettino ufficiale indicava la cifra di 141 morti a causa della pandemia.

Sono 9.148 i positivi al test del coronavirus in Italia nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute.

Ieri erano stati 12.965. Sono 156.872 i tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus effettuati nelle ultime 24 ore in Italia. Ieri i test erano stati 378.202.

Il tasso di positività sale al 5,8% (ieri era al 3,4%). In totale i casi dall’inizio dell’epidemia sono 4.044.762, i morti 121.177. Gli attualmente positivi sono invece 430.906 (364 in più rispetto a ieri, aumento che non si verificava dal 5 aprile), i guariti e dimessi 3.492.679 (+8.637).


Piano vaccinale

Intanto sono oltre due milioni e 100mila le dosi di Pfizer previste tra il 5 e il 7 maggio in Italia, che saranno poi distribuite alle regioni. E’ quanto si apprende dalla struttura commissariale per l’emergenza. Tra ieri e oggi sono stati già distribuiti in generale altri 2,5 milioni circa di vaccini (oltre 2 mnl di Vaxzevria, 270mila di Moderna, 160 di Janssen). Finora sono stati consegnati in tutto oltre 22 milioni e 500mila vaccini, tra Pfizer, Moderna, Vaxzevria (Astrazeneca) e Janssen (Johnson & Johnson).

E il commissario per l’emergenza, Francesco Figliuolo, alla sua visita nell’hub di Porta di Roma, ha sottolineato che “dobbiamo premere sulle classi over 60 – per le quali la media di somministrazioni è ancora bassa – e il piano va seguito in maniera ordinata e coerente. Quando avremo messo in sicurezza gli over 65 si può aprire a tutte le classi di età. Il prossimo step sarà sulle classi produttive, penso al settore alberghiero. I vaccini arriveranno e maggio sarà un mese di transizione. Dopo pensiamo all’estate. Concentriamoci nel mantenere la quota dell’utilizzo del 90% di dosi a disposizione. Non c’è una dose che venga sprecata”.


Share
Condividi
PrecedenteNapoli, Piedigrotta: maltratta l’ex compagna. Arrestato
SuccessivoPortici: un uomo arrestato per violenza sessuale
avatar
Il settimanale “Il Gazzettino vesuviano” fondato nel 1971 da Pasquale Cirillo, si interessa delle tematiche legate al territorio vesuviano; dalla politica locale e regionale, a quella cultura che fonda le proprie radici nelle tradizioni ed è alla base delle tante realtà che operano sul territorio.