Mancano cinque giornate alla fine del campionato di Serie A 2020/2021 e in questo momento il Napoli sarebbe qualificato alla prossima edizione della Champions League. Gli azzurri nello scorso turno sono riusciti a raggiungere al terzo posto in classifica Juventus e Milan e, per scontri diretti e differenza reti, sono davanti a bianconeri e rossoneri. Ora la squadra di Gattuso è padrona del proprio destino: se arrivassero cinque vittorie da qui alla fine, l’obiettivo Champions sarebbe raggiunto.


Domani prima tappa di avvicinamento al finale di stagione. Allo stadio Maradona il Napoli ospita il Cagliari in una sfida fondamentale per entrambe le squadre. Anche gli isolani stanno vivendo un buon periodo con tre vittorie consecutive che li hanno portati ad affiancare Torino e Benevento, dopo che sembrava scontata la retrocessione. Quindi non è certo il miglior punto del campionato per affrontare il Cagliari, ma i partenopei sono reduci da otto successi e due pareggi nelle ultime undici e sono, insieme all’Atalanta, la compagine più in forma della massima divisione italiana.


Gattuso per questo delicato incontro ritrova Manolas e Fabian Ruiz. Il greco ha scontato la squalifica e riprenderà il suo posto nella coppia centrale di difesa, lo spagnolo ha messo alle spalle il fastidio muscolare che lo ha costretto all’iniziale panchina contro il Torino e ritroverà la titolarità in mezzo al campo. Tra i pali vedremo ancora Meret (Ospina è ancora alle prese con la distrazione muscolare e non è giunto il momento del suo ritorno). La linea difensiva avrà Koulibaly insieme a Manolas al centro, Di Lorenzo sul tornante di destra e la possibile conferma di Hysaj a sinistra, relegando nuovamente Mario Rui in panca. Sulla mediana dicevamo del rientro di Fabian che sarà coadiuvato da Demme: fuori quindi Bakayoko, seppur positivo nella scorsa gara. In avanti Osimhen ha ben figurato e potrebbe aver conquistato la maglia da titolare a discapito di Mertens, che dirà la sua nella ripresa. Il nigeriano sarà supportato alle sue spalle dal terzetto formato da Politano, Zielinski e capitan Insigne, al quale manca una rete per raggiungere il suo record di marcature in Serie A in una stagione (18 contro le momentanee 17).


Semplici per il suo Cagliari deve fare i conti con la squalifica di Marin, ma potrà contare sul ritorno di Nainggolan. il centrocampista belga sarà al fianco di Nandez e Duncan nei tre centrali di centrocampo. La difesa sarà guidata da Diego Godin, mentre in avanti Joao Pedro e l’ex Pavoletti proveranno a scardinare la difesa azzurra, anche se il tecnico sta vagliando l’ipotesi di tenere fuori il brasiliano, diffidato, per preservarlo per lo scontro diretto contro il Benevento della prossima settimana. In questo caso accanto a Pavoletti sarebbe impiegato Simeone.

PROBABILI FORMAZIONI

Napoli (4-2-3-1): Meret; Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Hysaj; Ruiz, Demme; Politano, Zielinski, Insigne; Osimhen. All. Gattuso

 

Cagliari (3-5-2): Vicario; Rugani, Godin, Carboni; Zappa, Nandez, Duncan, Nainggolan, Lykogiannis; Joao Pedro, Pavoletti. All. Semplici

Salvatore Emmanuele Palumbo



Share