Ieri sera la città di San Giorgio a Cremano ha ricevuto varie segnalazioni da persone chiamate per la vaccinazione che si trovano nella fascia d’età 50-59 anni.

Per un errore questa fascia d’età è stata inserita nelle vaccinazioni con l’Astrazeneca e non con il Pfizer come da circolare ministeriale.


Stamane il sindaco Zinno si è confrontato con la dirigente del distretto Stocchetti, gli informatici del centro vaccinale e il direttore Generale dell’Asl Gennaro Sosto segnalando questo errore.

Già da oggi gli informatici dell’Asl hanno incominciato a riallineare a quella fascia d’età il vaccino giusto.


Per i prossimi giorni, finché non si risolverà il problema tecnico, al centro vaccinale di San Giorgio a Cremano gli informatici ogni giorno verificheranno gli elenchi del giorno dopo calcolando le dosi di pfizer necessarie realmente per il giorno successivo evitando di affidarsi alla piattaforma.

Per tale motivo tutti coloro che si trovano nella fascia di 50-59 anni possono recarsi senza remore al centro di via Mazzini dove gli sarà somministrato il vaccino Pfizer anche se al sistema risulti qualche altro vaccino.

Solo per coloro che compiranno i 60 anni in questo anno l’Asl reputa che il sistema non dia errore e che a loro vada somministrato il vaccino Astrazeneca.



Share