E’ una data storica per la Salernitana quella di oggi 10 maggio 2021: i granata campani sono promossi direttamente in Serie A avendo concluso il campionato di Serie B al secondo posto.

La Salernitana ritorna nella massima serie dopo 22 anni con Delio Rossi. L’ultima partecipazione risaliva infatti alla stagione 1998-1999. La prima volta in A fu invece nel lontano 1947-48 guidati da mister Gipo Viani.


La società campana è di proprietà di Claudio Lotito e Marco Mezzaroma dal 2011, anno della rifondazione dopo il fallimento. Ora Lotito dovrà decidere a chi passare la proprietà del club, in base alle regole vigenti sulla multiproprietà, visto che in serie A è già patron della Lazio.

Il 19 giugno 2019 la Salernitana ha festeggiato il proprio centenario e dopo due anni fa un bel regalo ai suoi fans regalando loro la gioia della promozione.


Un elogio a Castori che ha dato i crismi della concretezza alla sua squadra, basandosi sul lavoro e sull’applicazione. Lui è partito dalla terza categoria vincendo in ogni campionato. Possiamo dire che è iniziata l’era del “Castorismo“. Onore e merito quindi a mister Fabrizio Castori, condottiero dei granata che oggi ha anche festeggiato 500 presenze in panchina. L’allenatore ha dimostrato tutta la sua sagacia tattica e le proprie skill tecniche nell’ottenere l’ennesima promozione sul campo da incorniciare nel proprio palmares. La sua bravura è stata doppia: ha saputo cementare il gruppo squadra e altresì è stato magistrale nel lavorare in sinergia con lo staff societario per cogliere l’obiettivo.

La Salernitana è riuscita nel suo intento disputando un finale di stagione esaltante conquistando sei vittorie su sette gare, superando allo sprint le più accreditate Monza e Lecce. I granata si sono dimostrati compagine tetragona e molto regolare: solo due sconfitte nelle ultime venti gare di campionato con la difesa reparto eccellente e difficilmente superabile.


Un applauso non può mancare per l’ottimo lavoro del ds Fabiani nell’approntare una squadra di valore che ha ottenuto un risultato insperato alla vigilia.

La città è ora in festa: i tifosi sono scesi in piazza con i vessilli granata, pregustando già la prossima stagione in serie A con il derby contro il Napoli e, si spera, anche contro il Benevento ora in corsa per la salvezza. Il prossimo anno all’Arechi ci sarà grande spettacolo in serie A!

Domenico Ferraro



Share