Quando ci si dedica a lavori manuali, per hobby o lavoro, è fondamentale disporre degli strumenti giusti, in questo modo, oltre a rendere l’operazione meno faticosa, si è certi di compiere un’opera a regola d’arte. Svitare delle viti con un utensile di fortuna o con una forma non ottimale per le sue scanalature, potrebbe spanarle o creare danni sulla superficie di lavoro, qualora questi scappino. A tal proposito è opportuno acquistare attrezzi di ottima qualità ideali per le specifiche attività che si sta svolgendo. Parlando di viti, i migliori strumenti in questo senso, sono le chiavi torx e quelle a brugola, che tra loro presentano alcuni punti di contatto e sensibili differenze.

Chiave torx e a brugola: caratteristiche dei due modelli

Le viti sono presenti in tantissimi dispositivi, quindi, qualora la propria occupazione o passione sia proprio lo smontaggio di questi, le chiavi giuste sono indispensabili. I modelli tra cui scegliere sono due.

La chiave torx, molto simile a un cacciavite quando è dritta, ha un’estremità la cui forma è una stella a 6 punte. Come per molti altri oggetti, anche in questo caso, essa ha preso l’appellativo del suo primo costruttore, Trox, che, in seguito, è diventato il nome della totalità della strumentazione che ha la punta con 6 sfaccettature.

La chiave a brugola, invece, chiamata anche Allen, dal nome del suo primo produttore, normalmente ha una forma ad L ed è realizzata totalmente in acciaio temperato senza alcun rivestimento in plastica per migliorarne la presa. Infatti la presenza di un lato corto e uno lungo determina, già da sé, un buon compromesso d’uso che permette di afferrarla saldamente e raggiungere le viti in spazi angusti. Con il tempo si sono diffusi anche altri modelli, ad esempio quelli a scomparsa, che hanno più punte. La loro caratteristica è quella di avere la sezione esagonale, ideale per lo svitamento delle viti che presentano l’alloggiamento di questa forma, definita anche a brugola.

Vantaggi e svantaggi di ognuno

Le chiavi a brugola, pur essendo uno strumento indispensabile quando occorre svitare delle specifiche viti, proprio a causa della loro forma, occasionalmente, potrebbero fuoriuscire dalla propria sede, soprattutto quando si impone una notevole forza, definita in gergo tecnico quantità di coppia. Questo è dovuto alla presenza di un ridotto numero di punti di ancoraggio e angoli netti che possono dare una presa inferiore. Nel tempo sono state lanciate alcune varianti per evitare tale problematica ma, effettivamente, nessuna di queste ha migliorato in modo deciso le funzionalità.

Le chiavi trox, invece, sono state progettate, fin dall’inizio, per avere un elevato grip sulla vite, infatti rimangono in sede anche qualora si imponga una notevole quantità di coppia. La forma della punta evita che queste possano sfuggire al controllo dell’utilizzatore, rigando o danneggiando il pezzo dove si sta operando e permettono di veicolare tutta la forza imposta sul serraggio o lo svitamento della stessa. Allo stesso tempo non danneggiano la vite evitando che questa si spani o venga alterata la sua la sede, così da poter operare su di essa più e più volte. I suoi impieghi sono soprattutto nell’ambito dell’elettronica e sulle auto, a tal proposito meglio dotarsi di un set di chiavi trox con dimensioni differenti per poter lavorare in vari ambiti.

Per acquistarle si può scegliere un e-commerce specializzato in strumentazione tecnica, come RS Components, il quale dà una vastissima scelta di prodotti di qualità descritti da schede tecniche dettagliate. La possibilità di acquisto online permette di fare la propria scelta dovunque si voglia e vedersi recapitare la merce direttamente all’indirizzo fornito, in pochi giorni.



Share