Di Sarno: “Ha vinto l’Olimpiade della Filosofia con un saggio in lingua inglese e superando un ragazzo di Istanbul. Siamo pronti ad accoglierlo nella Casa Comunale. Ancora un successo per le nostre scuole, i nostri dirigenti, i nostri docenti ai quali va tutta la mia attenzione e grazie”.

Giovanni D’Antonio : “Ho ragionato sul mio pensiero di speranza. Ad esempio ho ragionato sul cosa fosse la speranza nel mondo moderno e sul dualismo speranza – paura nel mondo moderno cercando anche di attingere dalle mie letture quotidiane”.


Giugliano ( Preside) : “Ho pianto. Questo ragazzo ha vinto con un saggio in lingua inglese dimostrando di raggiungere due competenze: disciplinari con la conoscenza della Filosofia e linguistiche”.

Antonio D’Antonio (Papà) : “Una tempesta di emozioni!”

Angelo Papi ( il prof. romagnolo che ha creduto in Giovanni) : “Il talento che ho trovato a Somma Vesuviana, alle pendici del Vesuvio, è una fonte di piacere perché quando trovi ragazzi così validi il nostro piccolo contributo può essere decisivo”.

Ed ora Giovanni rappresenterà l’Italia ai Mondiali della Filosofia di fine mese.


“Ancora un successo per le scuole di Somma Vesuviana. Giovanni D’Antonio, 17 anni, studente del Liceo Scientifico “Torricelli” di Somma Vesuviana ha vinto le Olimpiadi della Filosofia con un saggio in lingua inglese. Giovanni ha superato non solo altri studenti italiani ma anche studenti che risiedono in altri Paesi europei e non europei. Al secondo posto un ragazzo di Istanbul. Ora Giovanni rappresenterà l’Italia ai prossimi mondiali della Filosofia in programma a fine Maggio. In qualità di sindaco sono pronto ad accoglierlo nella Casa Comunale che è la casa di tutti i cittadini. Questo ragazzo ha 17 anni, ama le materie economiche ed umanistiche ma ha anche la passione della radio e proprio al Liceo Scientifico è allestita anche la radio degli studenti. Alla Preside Anna Giugliano e all’intero corpo docente vanno i più sentiti ringraziamenti e complimenti a nome dell’intera Amministrazione Comunale e della Città di Somma Vesuviana”. Lo ha affermato Salvatore Di Sarno, sindaco di Somma Vesuviana nel comune di Napoli.

Oggi Giovanni ha rilasciato la prima e al momento anche unica video – intervista.

“Vincere le Olimpiadi in Filosofia e vincerle soprattutto in lingua inglese è stato un qualcosa di sorprendente anche per me. Mi ha fatto piacere avere anche l’opportunità di gareggiare con tanti ragazzi da tutta Italia – ha dichiarato Giovanni D’Antonio – e da tutta Europa, cercare di confrontarmi ed esporre le mie idee. Infatti il motivo che mi ha spinto a gareggiare è stato quello di avere la possibilità di esporre delle tesi e di ragionare con altri ragazzi. Le difficoltà non sono mancate ma legate al non poter essere in classe. Per la competizione la difficoltà è stata di organizzazione più mentale perché cercare di isolarsi da quello che era il contesto della casa e concentrarsi sul testo era molto difficile. Io dovuto superare prima le selezioni di Istituto superate da me e da una mia compagna, Irene Mascia, in lingua inglese. La seconda fase superata è stata quella della selezione regionale e dopo abbiamo avuto accesso alle selezioni nazionali. Tutto sempre a distanza. Partendo da una traccia di Maria Zambrano ho ragionato sul mio pensiero di speranza. Ad esempio ho ragionato sul cosa fosse la speranza nel mondo moderno e sul dualismo speranza – paura nel mondo moderno cercando anche di attingere dalle mie letture quotidiane”.


Ed ora i Mondiali di Filosofia.

“Ritroverò il mio collega di Istanbul e spero che il tutto avvenga in presenza. I Mondiali saranno tra poco più di 10 giorni ed io ci sarò. La mia ambizione è quella di sviluppare studi economici all’Estero – ha concluso D’Antonio – per poi ritornare in Italia per dare un contributo importante alla crescita del nostro Paese”.

Una preside, Anna Giugliano che si è commossa, ha pianto, ed un professore venuto da Cesena, Angelo Papi che insegna a Somma Vesuviana da ben 7 anni. Ma una storia così viva ha una grande famiglia di base.

“La notizia è stata inaspettata – ha dichiarato Antonio D’Antonio, papà di Giovanni – con un’emozione stranissima con tensione mista a tutto. Una vera tempesta interna fatta di euforia, felicità. Il bello di essere padre, essere famiglia. Giovanni è stato inserito nell’albo delle eccellenze accademiche con assegnazione della borsa di studio della Farnesina”. Ed ogni minuto, in attesa del risultato poi straordinario, è stato scandito dall’amore di mamma Antonella Nisi. Tutti insieme, da squadra, da famiglia!


La Preside, Anna Giugliano si è commossa:

“Una grandissima emozione – ha affermato Anna Giugliano, Preside del Liceo Scientifico “Evangelista Torricelli” di Somma Vesuviana, intervistata come studentessa di un tempo tra i banchi del Liceo – anche perché il ragazzo ha dimostrato di raggiungere due competenze: disciplinari con la conoscenza della Filosofia e linguistiche con la conoscenza dell’inglese. E’ stata una sorpresa che ci fa ben sperare per il futuro ma allo stesso tempo ci chiama anche ad un preciso impegno, in quanto dobbiamo dare sempre l’opportunità ai ragazzi di partecipare a questi concorsi. E’ giusto che i ragazzi possano avere sempre le occasioni che ha avuto Giovanni. Ringrazio il professore Angelo Papi e l’intero Dipartimento di Storia e Filosofia. Questo Liceo si è posizionato sempre sul podio ed in più concorsi. Dobbiamo sempre accompagnare i ragazzi nel cammino di raggiungimento dei loro obiettivi”.

Quel professore venuto da Cesena, Angelo Papi, da 7 anni al Liceo Scientifico di Somma Vesuviana, che ha creduto in Giovanni e crede in questo territorio.

“Ho avuto il piacere circa 7 anni fa di conoscere questo territorio – ha dichiarato Angelo Papi, docente di Filosofia del Liceo Scientifico “Torricelli” di Somma Vesuviana – perché vengo dall’Emilia – Romagna, sono originario di Cesena. Questo cammino in Campania ha rappresentato una scoperta continua: cibo, cultura ma è stato un piacere scoprire dei veri talenti, ragazzi come Giovanni D’Antonio che io ho avuto l’onore di accompagnare in questa grande avventura che lui ha affrontato con grande coraggio. Ci abbiamo creduto insieme. Giovanni ha scritto il migliore saggio in lingua inglese, premiato dal Ministero della Pubblica Istruzione e adesso rappresenterà l’Italia ai Mondiali della Filosofia. Il talento che ho trovato a Somma Vesuviana, alle pendici del Vesuvio, è stato una fonte di piacere perché quando trovi ragazzi così validi il nostro piccolo contributo può essere decisivo”.

Caro Giovanni saremo tutti con te ma hai già vinto perché in un momento in cui i dubbi non mancano hai dimostrato che la scuola è l’unica certezza!

“Abbiamo docenti di livello, abbiamo dirigenti di grande spessore, abbiamo didattica e formazione di grande qualità – ha dichiarato Ciro Cimmino, Assessore alla Pubblica Istruzione del Comune di Somma Vesuviana – e questi risultati confermano l’importanza della scuola in presenza, dell’attività basata anche sullo scambio di idee e pensieri”.



Share