Ventiseiesimo anniversario della morte di Andrea Marchese.

Il 49enne commerciante di prodotti edili, fu assassinato il 17 maggio 1995 nella sua azienda di via Roma a Torre Annunziata durante un tentativo di rapina. Uno dei due giovani rapinatori gli sparò contro tre colpi di pistola ferendolo mortalmente al volto e alla testa.

Il 1 aprile 2017 l’Amministrazione Comunale ha intitolato ad Andrea Marchese lo slargo di accesso alla bretella Lungomare di Oplonti.


«L’omicidio di Andrea Marchese suscitò nella comunità cittadina incredulità e sconforto, soprattutto perché era un imprenditore stimato e molto conosciuto in città  – afferma il sindaco Vincenzo Ascione. Il suo ricordo è tutt’ora vivo nella memoria delle persone che hanno avuto la fortuna di conoscerlo e di apprezzarne le doti umane e professionali.

Purtroppo, la lista delle vittime innocenti della criminalità – organizzata e non – nella nostra città, è stata disgraziatamente aggiornata lo scorso 19 aprile con l’efferato omicidio di Maurizio Cerrato.


Ci tengo a sottolineare l’encomiabile impegno di forze dell’ordine e Magistratura, che ogni giorno lottano per affermare i principi della legalità in un territorio complicato come il nostro.

A tal riguardo, mercoledì 19 aprile, alle ore 15, si terrà una riunione del Comitato Provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica convocata dal Prefetto di Napoli Marco Valentini, per discutere della recente escalation di episodi criminali che si sono verificati in città. Incontro si terrà proprio a Torre Annunziata presso la sede comunale di via Provinciale Schiti».



Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano
Condividi
PrecedenteRisale il tasso di positività Covid in Campania, ma pochi i tamponi. Aumentano i decessi: 28 registrati ieri
SuccessivoTorre Annunziata, controlli dei carabinieri: ritrovati in casa di un 60enne 1,6 kg di sigarette
Il giornale “il Gazzettino vesuviano”, fondato nel 1971 da Pasquale Cirillo e attualmente diretto da Gennaro Cirillo, si interessa principalmente delle tematiche legate al territorio vesuviano e campano; dalla politica locale e regionale, a quella cultura che fonda le proprie radici nelle tradizioni ed è alla base delle tante associazioni e realtà che operano sul territorio.Siamo impegnati a garantire la massima qualità e la massima integrità nel nostro lavoro giornalistico. Ci impegniamo a mantenere alti standard etici e professionali, evitando qualsiasi conflitto di interesse che possa compromettere la nostra indipendenza e la nostra imparzialità.Il nostro obiettivo è quello di fornire ai nostri lettori notizie e informazioni affidabili su una vasta gamma di argomenti, dalle notizie di attualità ai reportage approfonditi, dalle recensioni ai commenti e alle opinioni. Siamo aperti a suggerimenti e proposte dai nostri lettori, e ci impegniamo a mantenere un dialogo aperto e costruttivo con la nostra community.