Siamo giunti all’ultima giornata di campionato e tutto si deciderà in questi novanta minuti conclusivi. La qualificazione alla Champions League è ancora in bilico: Napoli, Milan e Juventus si contendono gli ultimi due posti utili. Mentre i bianconeri e i rossoneri se la vedono rispettivamente con Bologna e Atalanta, gli azzurri domani alle 20.45 ospiteranno il Verona. Un successo contro gli scaligeri vorrebbe dire partecipazione assicurata alla prossima edizione del torneo più prestigioso d’Europa.


Quella di domani sarà anche l’ultima gara sulla panchina del Napoli per Gennaro Gattuso. Non è arrivata l’ufficialità, ma la separazione tra il tecnico calabrese e la società di De Laurentiis appare scontata. Il mister non sarà alla guida dei partenopei il prossimo anno, ma vuole lasciare la squadra con il risultato tanto inseguito della qualificazione alla Champions.

La formazione finale di Gattuso vedrà Meret tra i pali: il portiere italiano ha conquistato definitivamente la fiducia e nel rush finale di stagione è stato preferito a Ospina, nonostante la ritrovata arruolabilità dell’estremo difensore colombiano. In difesa appare difficile il recupero di Koulibaly e quindi al centro della retroguardia va verso la conferma la coppia Manolas-Rrahmani, con Di Lorenzo e Hysaj ai loro fianchi.


In mezzo al campo Fabian Ruiz dovrebbe essere coadiuvato da Demme, dopo la doppia titolarità di Bakayoko nelle scorse partite. Sulla trequarti ballottaggio a destra tra Lozano e Politano, con quest’ultimo in vantaggio ma il messicano entrerà sicuramente a gara in corso e darà il suo apporto. Per il resto Zielinski agirà al centro del terzetto e Insigne sulla sinistra cercherà di guidare i compagni consegnando agli archivi la migliore stagione della sua carriera, sia dal punto di vista realizzativo che di leadership. La punta avanzata sarà Osimhen, mentre Mertens si siederà inizialmente in panchina.

Il Verona di Juric ha virtualmente chiuso da tempo il suo campionato. I gialloblù, decimi in classifica, arrivano da otto incontri senza vittorie (cinque sconfitte e tre pareggi). In più dovranno rinunciare a uno degli elementi di maggiore qualità della rosa, Antonin Barak che dovrà scontare un turno di squalifica. In avanti con Zaccagni ci sarà Ilic a supportare la prima punta Kalinic.


PROBABILI FORMAZIONI

Napoli (4-2-3-1): Meret; Di Lorenzo, Manolas, Rrahmani, Hysaj; Fabian Ruiz, Demme; Politano, Zielinski, Insigne; Osimhen. All. Gattuso

 

Verona (3-4-2-1): Pandur; Ceccherini, Gunter, Dimarco; Faraoni, Tameze, Veloso, Lazovic; Ilic, Zaccagni; Kalinic. All. Juric

Salvatore Emmanuele Palumbo



Share