Tre guardie giurate sono state  aggredite ieri sera presso l’Ospedale del Mare a Napoli da un 66enne armato di stampella.

Dalla ricostruzione dei fatti, tutto avrebbe avuto inizio quando intorno alle 22:30 di martedì sera un giovane 22enne si era presentato al Pronto soccorso dell’ospedale lamentando dolori in tutto il corpo.


Al Triage i medici avevano ritenuto di assegnarli il codice verde. Ben presto, però, lo zio che lo aveva accompagnato aveva iniziato a chiedere con insistenza l’intervento da parte dei medici, ritenendo la condizione del nipote più grave di quanto non avessero considerato i sanitari. Non volendo attendere ulteriormente il 66enne è passato dalle urla alle minacce e dinanzi al tentativo di alcuni sorvegliati di riportare l’ordine, l’uomo ha reagito violentemente colpendoli con una stampella.

Per riportare la calma è stato necessario l’intervento dei carabinieri del Nucleo radiomobile che hanno provveduto a bloccare e denunciare l’uomo per lesioni personali, minacce e interruzione di pubblico servizio.  Due delle guardie sono state giudicate guaribili in quindici giorni, mentre per la terza occorreranno almeno 20 giorni per trauma cranico facciale, ematomi multipli al volto, escoriazioni al setto nasale e contusione al polso destro.


Share