Sono giorni caldi quelli che Giuntoli e Aurelio De Laurentiis stanno vivendo, con le richieste di mercato di Spalletti da assecondare in modo da costruire un Napoli competitivo per la qualificazione in Champions League che non può non essere centrata per il terzo anno di fila. Il primo pacchetto che il tecnico di Certaldo vuole consolidare è quello difensivo, dove la partenza di Hysaj e Maksimovic è alle porte per mancato rinnovo di contratto: entrambi sono attratti dalla Lazio. A fare gola a Koulibaly sono invece le due di Manchester e le due di Liverpool, il City favorito su tutte.


Bisogna quindi rafforzare tutta la difesa: il primo nome sondato è Emerson Palmieri, fresco campione d’Europa con il Chelsea, che proprio Spalletti ha lanciato verso l’elite del calcio ai tempi della Roma. La concorrenza è tanta, anche Fiorentina, Inter e Roma vorrebbero ingaggiare il terzino italo-brasiliano.

Attenzione anche a Florenzi che il 30 Giugno sbarcherà nella Roma giallorossa dopo il prestito al Psg, che non lo riscatterà: Mourinho vuole valutarlo; in caso di addio potrebbe farsi fortemente avanti il Napoli. Per la difesa centrale si studiano due giovani talenti del calcio olandese: Senesi del Feyenoord e Schuurs dell’Ajax. Quest’ultimo sembrerebbe aver dato il sì a De Laurentiis per avviare la trattativa, mentre per Senesi c’è ancora tanto da lavorare. Bakayoko tornerà con ogni probabilità al Chelsea dopo un anno in prestito non esaltante.


A lasciare il centrocampo però non sarà solo il franco-ivoriano, anche Fabiàn Ruiz è fortemente ingolosito dalle 3 big spagnole che gli fanno la corte da un anno. I candidati per sostituirli sono momentaneamente due: Basic, 24enne del Bordeaux già rilevato dai radar del Milan l’estate scorsa. Gli è stato proposto un prestito con obbligo di riscatto nelle scorse ore, ma per vedere la trattativa andare in porto c’è ancora bisogno di tempo. L’altro nome che farebbe comodo a Spalletti è Morten Thorsby, che più volte si è fatto apprezzare questa stagione con la maglia della Sampdoria: sul piatto ci sono 7 milioni.

Sulla trequarti Zielinski resterà in maglia azzurra, ma sembra che sia in corso una trattativa fra Napoli e Club Brugge per ingaggiare un giocatore che possa fare il suo vice: Charles De Ketelaere, giovane talento che fa impazzire Spalletti. Infine diamo un’occhiata all’attacco: tutta la squadra deve ruotare attorno a Osimhen, che l’allenatore ex Roma e Inter renderà titolarissimo.


C’è il rischio però di perdere due giocatori non da poco: Mertens e Insigne. Il primo ha uno stipendio di 4,5 milioni di euro e, considerata l’età (34 anni), è una spesa che grava parecchio sulle casse partenopee. Per il capitano invece sarebbe pronto un taglio dello stipendio di 1 milione di euro: in più Insigne ha il contratto in scadenza nel 2022. Un sostituto al quale ADL pensa da tempo è Kaio Jorge, seguito anche dalle “strisciate” italiane e dalle big inglesi: è in grado non solo di rivestire i panni di Osimhen, ma può anche adattarsi giocando come esterno o come trequartista. Gioca nel Santos, in Brasile, e dalle sue parti è considerato il nuovo Pelè: un identikit che ha stregato mezza Europa. Che la battaglia abbia inizio.

Giuseppe Garofalo



Share