Ancora scene di violenza giovanile a Napoli. L’ennesima serata trascorsa all’insegna dell’aggressività, con violenti pestaggi e senza alcun rispetto per le norme di contenimento del contagio da coronavirus, tuttora vigenti.  E’ accaduto nella notte tra venerdì e sabato, nella zona di Via Bernini, dove giovanissimi hanno dato vita a una rissa furibonda”.

A denunciarlo cittadini partenopei che hanno segnalato l’episodio al consigliere regionale di Europa Verde, Francesco Emilio Borrelli e a Rino Nasti, consigliere della V Municipalità di Europa.


Ci hanno segnalato l’ennesima rissa fra ragazzini in via Bernini fra venerdì e sabato, oltre l’orario del coprifuoco”, hanno spiegato i due politici.

A decine, tutti rigorosamente senza mascherina, si pestano con una violenza inaudita, fra calci e pugni anche ai ragazzi per terra. Il tutto per strada, come se fosse normale. Ormai il fenomeno sta assumendo una deriva preoccupante, assistiamo ad una escalation di violenza pericolosa, con oltre una rissa a settimana nei luoghi della movida – hanno aggiunto – Il susseguirsi di aperture di locali e la contrapposta chiusura di presidi di cultura, sta determinando una radicale trasformazione dell’utenza che affolla il Vomero nel weekend. Il mancato sostegno a poli culturali, che vanno via via morendo, denota una non risposta dello Stato al territorio. Purtroppo la Municipalità non promuove né tavoli con le forze dell’ordine né la cultura”, hanno concluso Borrelli e Nasti.

Share