Nel pomeriggio di venerdì 11 giugno presso l’Istituto comprensivo San Francesco d’ Assisi-Nicola Amore di Sant’Anastasia si è svolta la premiazione degli alunni che quest’anno hanno vinto la fase regionale delle Olimpiadi del problem solving.


Il problem solving, dopo il leggere lo scrivere e il far di conto, è stato introdotto nell’istituto come quarta abilità didattica da circa un quadriennio. Lo studio punta a trasmettere ad alunni delle scuole elementari e medie nozioni di informatica e di pensiero computazionale, che potenzialmente potrà forgiare i ragazzi alla comprensione e alla risoluzione di diversi fenomeni e problemi anche in ambiti disciplinari completamente diversi. Una vera e propria evoluzione nella preparazione didattica per alunni della scuola primaria e secondaria.


La cerimonia di premiazione è stata accompagnata da una vera e propria manifestazione canora. Lo spettacolo si è svolto di fronte ad un pubblico esiguo nel rispetto delle norme di sicurezza anti-Covid.

Madrina della serata la giovane imprenditrice Giusy Piccolo, che ha donato ad ogni finalista una gift card e un buono da spendere in libri del valore di 100 euro.

Insieme a Giusy suo padre Michele Piccolo, vera icona dell’azienda, imprenditore campano che nel giro di un quarantennio ha creato una delle realtà lavorative più grandi e forti del mondo della grande distribuzione. La loro azienda è una delle principali sostenitrici del “found raising”, la raccolta di fondi da parte di privati, l’iniziativa nasce da un’idea dalla dottoressa Angela De Falco, dirigente Scolastico dell’istituto da un lustro che con la sua tenacia, professionalità e amore ha sicuramente trasformato la sua scuola in una delle eccellenze del territorio.


Presente alla cerimonia di premiazione in veste istituzionale, Massimiliano Manfredi consigliere della Regione Campania, da sempre sostenitore dell’istruzione e della buona scuola che ha orgogliosamente consegnato i diplomi ai vincitori, gli alunni della scuola media Sabrina Grotta, Gianluigi Lucchese, Vito Pio Minelli, Cristian Piemonte, Sofia Pignatiello, Francesco Testa, Ambra Chiara Savi ed Emmanuele Simonetti. Gli alunni sono stati formati dal docente Fabio Capone, mentre quelli delle elementari dalla docente Giovanna Cacciola.  

La dirigente De Falco ha dichiarato: “Ho formato una squadra di docenti che lavorano in maniera sinergica. Anche durante il difficile anno scolastico segnato dalla pandemia e dalla didattica a distanza questi insegnanti sono stati un vero punto fermo per gli alunni e i genitori nonostante alcuni di loro abbiano avuto dei lutti in famiglia causati dal Covid. Ciò che mi rende orgogliosa è che anche a distanza abbiamo superato la selezione nelle olimpiadi questo è un successo per noi tutti e per il futuro. Appena usciti in maniera definitiva dall’emergenza il mio progetto più ambizioso sarà quello di realizzare un Parco didattico.



Durante la premiazione, come anticipato, c’è stata una kermess canora dei docenti dell’indirizzo musicale che hanno eseguito dei brani di musica leggera straniera e napoletana, accompagnati dalla splendida orchestra dell’istituto. I Maestri Annalisa Freda, Ernesto Gargiulo, Paolo Forlini, Andrea Carpentieri alla tastiera e Adolfo Squitieri flauto dolce che hanno accompagnato le possenti e brillanti voci di Francesca Di Giacomo, Angela D’Ammora, Massimo Palmese, Alessandra De Santis, Daniela Del Genio e Raffaele Beneduce.



Un plauso anche al lavoro svolto dalle maestre e dai maestri della scuola primaria, Angela Barone, Fabio Capone, Elena Carotenuto, Violanda D’Avino, Michela Iovino, Maria Indolino, Assunta Montanino, Mariangela Pignatiello, Cinzia Profita, Valeria Stellato, Emma Ranieri e Flaviana Mondelli.  Alle docenti della scuola media Emma Esposito e Rosa Saporito il merito di aver organizzato un evento in presenza cosi ricco di momenti emozionanti nonostante le restrizioni che ancora sussistono per l’emergenza sanitaria che non è ancora terminata.

L’istituto San Francesco d’Assisi-Nicola Amore promuove una didattica completa dove il motore della cultura in ogni suo ramo è la bellezza, quella bellezza che come diceva Maria Montessoriin tutte le sue forme aiuta l’uomo interiore a crescere”.

Cinzia Porcaro



Share