Aveva organizzato una maxi festa in strada con la partecipazione di circa 200 persone il 36enne napoletano sanzionato nella nottata tra sabato e domenica dai militari dell’Arma.

E’ accaduto in via Calata Capodichino a Napoli, dove un uomo per festeggiare la comunione del figlio avvenuta in mattinata, aveva fatto allestire un impianto di luci e suoni. Venti le persone identificate e multate tra cui i musicisti che hanno dovuto provvedere a smontare immediatamente quanto predisposto per i festeggiamenti.


All’arrivo sul posto i carabinieri della Compagnia Stella e quelli del Nucleo Radiomobile di Napoli si sono trovati di fronte ad una situazione sconcertante. Incuranti delle norme di contenimento del Coronavirus, adulti e bambini si stavano tranquillamente divertendo in strada.

I militari dell’arma sono dovuti intervenire in queste ore per pattugliare le strade ed evitare assembramenti soprattutto nei luoghi clou della movida partenopea. Particolare attenzione è stata rivolta anche agli esercizi commerciali per garantire il rispetto delle norme vigenti. Tantissimi i veicoli controllati e diversi i mezzi sequestrati.


Con l’inoltrarsi della bella stagione e le riaperture su tutto il territorio di esercizi commerciali e di ristorazione, le situazioni di criticità sembrano moltiplicarsi di giorno in giorno.

 



Share