Individuato e in via di tracciamento ed isolamento, a Torre del Greco, un focolaio di variante indiana o delta di Sars-Cov-2.

Nei comuni dell’Asl Napoli 3 Sud registrati nelle ultime settimane 83 casi di questa nuova variante, nessuno dei quali però ha necessitato finora di ricovero ospedaliero. Degli 83 casi, 44 sono stati individuati a Torre del Greco, il comune con più abitanti dell’intera Asl.


Centro di questo focolaio, che accentua la preoccupazione nel vesuviano, una palestra dove sarebbe scoppiato il contagio. Coinvolti due nuclei familiari dai quali poi si sarebbe diffuso il contagio.



LEGGI ANCHE

Coronavirus, la variante “Delta” preoccupa la Campania: un positivo su 4 dovuto alla nuova mutazione



Ma tutta l’area vesuviana fa segnalare numerosi contagiati dalla variante indiana: 2 a  Boscotrecase, 8 ad Ercolano e poi Portici (4), San Giorgio a Cremano (2), San Sebastiano (3), Scafati (1).

Un solo caso a Napoli che, al momento, sembra non essere quasi per nulla colpita dalla variante Delta.

Share