“Potenziamento dei servizi per persone con disabilità e anche nell’ambito della mediazione familiare e lotta alla dispersione scolastica. Al via ben due progetti un “Tutor per Amico” e “Orsa Minore” con l’impiego di ben 38 volontari del Servizio Civile nelle attività rivolte ai singoli utenti e dunque potranno essere coinvolti nell’organizzazione e realizzazione di incontri con le strutture sociali e territoriali come la Parrocchia, le agenzie ricreative, sportive, educative, volontariato, ecc. nell’organizzazione e realizzazione di incontri con i gruppi giovanili locali, nell’organizzazione e realizzazione di campus estivi ma potranno essere coinvolti anche nelle attività a supporto degli anziani e delle famiglie.

Tutti i dettagli li daremo domani, alle ore 10 e 30, presso l’Aula Consiliare quando con il sindaco, Salvatore Di Sarno e la Dirigente dell’Ufficio Servizi Sociali, Iolanda Marrazzo, accoglieremo i volontari del Servizio Civile. I volontari verranno impiegati anche nelle attività di collaborazione con le agenzie socio – educative. Ricordo che il volontario dovrà avere rispetto per la formazione civile, morale e religiosa dei minori.


Inoltre non è escluso che possano per il prossimo anno scolastico essere coinvolti anche in quelle attività volte a ridurre la dispersione scolastica sul territorio di Somma Vesuviana. Nell’ambito del progetto “Orsa Minore” i volontari del Servizio Civile Universale andranno a potenziare gli interventi di assistenza domiciliare alle persone con disabilità, in modo da migliorare ed incrementare sotto il profilo qualitativo e quantitativo la loro domiciliarità, garantendo nel contempo, un supporto alle famiglie”. Lo ha annunciato Sergio D’Avino, Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Somma Vesuviana.


E’ un passo importante perché le persone con disabilità avranno una spalla davvero forte presente in tutti i momenti!

“I volontari in questo caso verranno impiegati nelle attività di segretariato sociale di disbrigo di semplici pratiche con e /o pe conto dell’assistito come ad esempio il pagamento delle bollette, richieste mediche, appuntamenti sanitari o ancora nelle attività di intrattenimento, di accompagnamento presso strutture sanitarie – ha concluso D’Avino – parenti ed amici o presso i luoghi di culto, ma anche nell’ organizzazione di interventi di socializzazione ed informazione in merito ad attività di tipo ricreativo e culturale, in costante riferimento con gli organismi comunali preposti. I volontari del Servizio Civile rientranti nel progetto “Orsa Minore” parteciperanno anche agli interventi di sostegno psicologico rivolti sia alla persona con disabilità e sia alla famiglia ma anche agli incontri cadenzati con il gruppo di auto – mutuo aiuto per le famiglie degli utenti”.



Share