Una notte da incubo vissuta a Torre del Greco e sfociata in una violenza sessuale subita da una giovanissima donna che ne ha poi fatto un racconto dettagliato in fase di denuncia agli agenti del commissariato di Polizia. Gli stessi che ora indagano, coordinati dalla Procura di Torre Annunziata, su quanto esposto dalla 18enne.

La giovane donna aveva accettato di incontrare un 24enne conosciuto sui social, ma si era poi ritrovata in auto con una persona senza scrupoli pronto ad abusare di lei.




Sarebbero dovuti dirigersi verso la Litoranea di Torre del Greco, ma l’uomo si sarebbe recato presso l’area di sosta pubblica della Santissima Trinità in via Circumvallazione, dove, dopo averle tolto il cellulare, l’avrebbe costretta a subire abusi.

Nel racconto della 18enne i tragici momenti dell’abuso e il suo pianto, a seguito del quale era riuscita a convincere il giovane a fermarsi. A quel punto rimessa in moto l’auto, il viaggio della paura sarebbe ripreso fino alla rotonda del casello autostradale della città corallina dove la ragazza veniva fatta scendere.




Il giorno successivo ad una cugina, che si era accorta dei segni e delle ferite, conseguenza della violenza subita, sul corpo della ragazza, aveva raccontata la tragica e dolorosa violenza di cui era stata vittima. E proprio la cugina l’avrebbe convinta a parlare con i genitori che l’hanno poi accompagnata a sporgere denuncia alla Polizia.



Share