Ieri pomeriggio gli agenti del Commissariato di Torre Annunziata, durante il servizio di controllo del territorio, hanno controllato in corso Umberto I° all’angolo con via Giovanni Avallone a Torre Annunziata una coppia a bordo di un motociclo ed hanno accertato che il conducente era privo del casco protettivo, di patente di guida perché mai conseguita e di copertura assicurativa.


I due, insofferenti al controllo, hanno iniziato a dare in escandescenze inveendo contro i poliziotti, minacciandoli e aggredendoli fisicamente fino a quando, non senza difficoltà, sono stati bloccati.

Tabit Mejri e Gerardina Di Giovanni, salernitani di 29 e 18 anni con precedenti di polizia, sono stati arrestati per violenza, minaccia, resistenza e oltraggio a Pubblico Ufficiale; inoltre, l’uomo è stato sanzionato per le violazioni del Codice della Strada e lo scooter è stato sottoposto a sequestro.

Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano
Condividi
PrecedenteCoroglio: maltratta la convivente. Arrestato un 31enne
SuccessivoCristian Baldassarre con il suo libro “Malasanità” conquista Amazon e diventa bestseller
Il giornale “il Gazzettino vesuviano”, fondato nel 1971 da Pasquale Cirillo e attualmente diretto da Gennaro Cirillo, si interessa principalmente delle tematiche legate al territorio vesuviano e campano; dalla politica locale e regionale, a quella cultura che fonda le proprie radici nelle tradizioni ed è alla base delle tante associazioni e realtà che operano sul territorio.Siamo impegnati a garantire la massima qualità e la massima integrità nel nostro lavoro giornalistico. Ci impegniamo a mantenere alti standard etici e professionali, evitando qualsiasi conflitto di interesse che possa compromettere la nostra indipendenza e la nostra imparzialità.Il nostro obiettivo è quello di fornire ai nostri lettori notizie e informazioni affidabili su una vasta gamma di argomenti, dalle notizie di attualità ai reportage approfonditi, dalle recensioni ai commenti e alle opinioni. Siamo aperti a suggerimenti e proposte dai nostri lettori, e ci impegniamo a mantenere un dialogo aperto e costruttivo con la nostra community.