Inghilterra-Germania 2-0

In una partita sentitissima da entrambe le tifoserie, trionfa l’Inghilterra sul prato di Wembley, contro una Germania che resiste agli attacchi britannici per 75 minuti, per poi crollare ancora una volta per opera di Sterling, che da due passi deposita la palla in rete su cross di Shaw.


Dopo che Muller fallisce clamorosamente a tu per tu con Pickford, i Tre Leoni approfittano per siglare il gol che taglia le gambe ai tedeschi: è identico al gol precedente di Sterling, cambia solo l’assist-man, Grealish, e il marcatore, Kane, che finalmente si sblocca in questo Europeo dopo il digiuno di tutto il girone che ha costretto Sterling agli straordinari.

Questa vittoria per l’Inghilterra sa di via libera per la finale, viste le poche difficoltà che dovrebbero avere i britannici a superare prima Ucraina e poi una fra Repubblica Ceca e Danimarca.


Svezia-Ucraina 1-2 (d.t.s.)

L’Ucraina compie una vera e propria impresa, volando a Roma contro l’Inghilterra con una vittoria in extremis sulla Svezia.

Zinchenko al 27’ porta in vantaggio i suoi con un potentissimo tiro di sinistro. La risposta degli altri gialloblu arriva poco prima del duplice fischio di Orsato e come al solito su questa c’è lo zampino di Emil Forsberg con un tiro da fuori area che subisce una deviazione decisiva per battere Buscan.

Ma a completare il vero significato di impresa è Duvbik, un giovane convocato a sorpresa da Shevchenko, che al 120’ decide il match con un colpo di testa che regala ad un’intera nazione attimi di goduria e gioia. E’ apoteosi ucraina: anche loro se dovessero uscire lo farebbero a testa alta.

Giuseppe Garofalo



Share