I carabinieri della stazione di Visciano, insieme a quelli della sezione radiomobile di Nola, hanno arrestato per maltrattamenti in famiglia, lesioni personali e minaccia a p.u. un 53enne del posto già noto alle forze dell’ordine. I vicini hanno sentito urlare: in un’abitazione poco lontana qualcuno litigava e i toni erano accesi.



Quando i carabinieri sono intervenuti, il 53enne aveva appena aggredito il fratello convivente provocandogli lesioni ritenute poi guaribili in 3 giorni. Alla base della discussione motivi banali legati alla routine quotidiana. All’uomo non è bastato ferire il fratello. Ha minacciato anche i militari dicendo loro di non immischiarsi in faccende familiari. E’ così finito in manette e ora attende giudizio in una cella del carcere di Poggioreale.



Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano