Torna in campo (finalmente) il Napoli. Infatti oggi Dimaro ha aperto le porte al nuovo Napoli di Luciano Spalletti per la prima parte di ritiro. Come previsto il paese trentino ha accolto a braccia aperte gli azzurri, con tanto calore.




Oggi, alle ore 12:30 circa, il Napoli è arrivato all’Hotel Rosatti, albergo dove ogni anno alloggiano gli azzurri per sistemarsi per poi andare a pranzare, riposarsi e andare al campo di Carciato, luogo dove verranno disputate anche le amichevoli con Bassa Anaunia e Pro Vercelli.

Intorno alle 16:45 lo staff di Spalletti ha organizzato il terreno di gioco per l’allenamento degli azzurri, che è cominciato alle 17:30 dopo un po’ di esercizi nella palestra annessa.

Durante l’arrivo a bordo campo di Luciano Spalletti e ADL non sono mancati gli applausi, parecchi dei quali indirizzati al tecnico toscano, sul quale ci sono tante aspettative per la prossima stagione. Con il nuovo allenatore, il Napoli può riassaporare vecchi ricordi del “sarrismo”: oltre al ritorno del preparatore atletico Sinatti e all’ex vice Calzona, a registrare l’allenamento degli azzurri c’è un drone che sorvola il Campo di Carciato.



Tornando alla preparazione del Napoli, dopo aver fatto un’oretta fra corse e giri di campo, gli azzurri danno il via ad una partitella nel cerchio di centrocampo (che è però quadrato per consentire lo svolgimento della partita) fra blu e gialli.

Dopo di che l’allenamento è terminato: i circa 200 tifosi che hanno affollato le gradinate del Campo di Dimaro erano più che eccitati. Il Napoli è tornato in campo, finalmente.

Giuseppe Garofalo



Share