Il tutto è avvenuto questa mattina verso le 9,30, nel parcheggio del centro commerciale di via Marigliano a Somma Vesuviana.

A perdere la vita sotto i colpi dei fendenti scagliati dal marito, è stata una donna di 63 anni, Vincenza Tuorto, residente nel comune di Saviano. L’omicida, 63 anni, si sarebbe avventato contro la moglie, armato di coltello, dopo una lite. L’uomo, che è di San Gennarello di Ottaviano, dopo aver ucciso la moglie si è presentato spontaneamente alla stazione dei Carabinieri di Ottaviano.



La coppia conducevano il Superstore “Cuori e Sapori” gruppo “Etè” che si trova accanto alla galleria commerciale che è stata chiusa al pubblico dopo il fatto di sangue.

Per sedare gli animi, tra marito e moglie si sarebbe intromesso, un fornitore che poi, nella frenesia dell’attacco omicida del titolare dello store, che avrebbe estratto il coltello, è rimasto ferito. Si tratta di un uomo di 46 anni, di Sant’Anastasia tutt’ora ricoverato all’ospedale di Nola, non in pericolo di vita.


Ma la dinamica esatta degli eventi è ancora tutta da chiarire. Non ci sono dubbi per gli inquirenti che tutto sia partito da un litigio, ma resta da accertare con precisione se tra i coniugi o tra il titolare del supermercato e proprio il fornitore.

Indagano i carabinieri della Compagnia di Castello di Cisterna.



LEGGI AGGIORNAMENTI

Dramma della gelosia a Somma Vesuviana, uccide la moglie e ferisce gravemente il presunto amante



Share