Domani alla libreria Libridine di Portici, Gloria Vocaturo, poetessa di grande talento e scrittrice di racconti presenterà alle 18.30 la sua raccolta Speranza.

Un titolo che da solo spiega la ragione e l’essenza stessa della poetica autoriale che è: “un dialogo interiore, intimo, sotterraneo attraverso un detto e un non detto che trapela tra le righe” come scrive a proposito Cristina Buccarelli. In Speranza i lettori possono trovare liriche sensoriali, rime nostalgiche, e poesie di chiaro impegno civile e sociale come in Arcobaleno di diversità.


“Sono arrivata a questo titolo in maniera spontanea – spiega Gloria – E l’intera raccolta è dedicata a un periodo di grande difficoltà dove mi sono resa conto di fare spesso riferimento alla personificazione dello spirito della Speranza. La parola Elpis, Speranza appunto, ritornava e mi ha accompagnata nella vita sostenendomi come un’ancora. La poesia non da spiegazioni, ti arriva e si fa sentire. Noi che scriviamo abbiamo il solo compito di trasmettere, a volte interpretare in maniera empatica quello che ci circonda ma anche quello che non è tangibile, frutto di una sensibilità meravigliosa che basta ascoltare”. Appuntamento domani in piazza Diaz a Portici per conoscere e apprezzare la poesia di Gloria Vocaturo.

 

Antonia Del Sambro



Share