Non c’è nulla da fare, il virus non si arresta e i numeri continuano a salire seguendo in trend lento ma inesorabilmente costante. Il tasso di positività Covid in Campania sale ancora e supera il cinque per cento.

Aumenta, sia pure di poche unità, il numero dei degenti sia in Rianimazione, che nei reparti Covid. La Campania per ora è al di sotto delle soglie del passaggio in zona gialla, ha un indice Rt di 1.19 nel periodo periodo 19-25 luglio, con il 4,9% dei posti letto occupati nelle aree mediche, ma il contagio cresce settimanalmente.




“Non possiamo tenere  bambini due anni fuori dalle scuole, perché paghiamo un prezzo umano, sociale, formativo, che è insostenibile – ha dichiarato il governatore della Campania Vincenzo De Luca – però per andare a scuola dobbiamo stare tranquilli, vaccinarsi in maniera responsabile e mettersi la mascherina, anche se vaccinati”.



LEGGI ANCHE

Ecco il decreto Green Pass, obbligatorio per bar e ristoranti e non solo dal 6 agosto

 






Dall’incrocio dei dati odierni dei tamponi molecolari, il tasso di positività, cioè il rapporto tra tamponi lavorati e positivi riscontrati torna a salire e si ferma a 5,02%, ieri era a 4,72%.

L’ultimo bollettino dell’Unità di Crisi riporta che nella giornata di ieri sono stati lavorati 7.069 tamponi molecolari. Tra questi sono stati riscontrati 355 nuovi positivi. Tutti numeri relativi esclusivamente ai test molecolari.

Indicato, anche se comunque nel computo del tasso di positività sono sostanzialmente inutili e servono solo a falsare i dato nazionale, il numero dei tamponi antigenici rapidi effettuati, che oggi sono 7.064, come sempre senza riportare alcun positivo e come sempre impropriamente sommati ai molecolari nella tabella nazionale.






I responsabili della compilazione della famosa tabella del Ministero della Salute, come ormai è “errata” consuetudine, continuano a sommare i tamponi molecolari a quelli antigenici rapidi. Dato che non è possibile sommare i positivi riscontrati con entrambi i test, quelli antigenici non sono mai dichiarati, i valori sono ovviamente anomali.

Anche oggi quindi numeri assolutamente incomprensibili: 14.133 i tamponi considerati. La somma ottenuta, è chiaramente impropria, anche se oggi molto simile a quella regionale per cui anche per il Ministero oggi la Campania è con un tasso di positività del 2.51%.

LEGGI ANCHE






I contagi in Campania negli ultimi 10 giorni:

Martedì 20 luglio          – 3,17%  – 292 contagiati
Mercoledì 21 luglio       – 4,17%  – 352 contagiati
Giovedì 22 luglio          – 3,58%  – 261 contagiati
Venerdì 23 luglio          – 4,26%  – 341 contagiati
Sabato 24 luglio           – 5,05%  – 301 contaggiati
Domenica 25 luglio       – 5,98%  – 115 contagiati
Lunedì 26 luglio            – 3,22%  – 236 contagiati
Martedì 27 luglio           – 4%       – 345 contagiati
Giovedì 28 luglio           – 4,72%  – 380 contagiati
Venerdì 29 luglio           – 5,02%  – 355 contagiati


Negli ospedali regionali sale il numero dei ricoverati e i posti letto occupati in terapia intensiva sale a 644 sui 656 dell’intera rete ospedaliera. 

Sale anche il numero dei degenti nei reparti ospedalieri dedicati al Covid. La riserva di posti letto resta di 2.971 sui 3.160 disponibili in ambito regionale, sommando strutture pubbliche e private convenzionate.




Situazione Clinica

Il totale dei positivi è di 430.592 da inizio pandemia in Campania, mentre il totale dei tamponi eseguiti arriva a 5.656.678.

I guariti registrati nel report quotidiano sono 426 e salgono in totale a 414.558.

Sono 5 i decessi causa Covid nel report regionale quotidiano, uno nelle ultime 48 ore e quattro morti in precedenza e registrati ieri. Il numero totale dei morti per il coronavirus in Campania resta di 7.590 dall’inizio dell’epidemia.

I positivi con sintomi Covid ricoverati negli ospedali campani oggi sono 189, rispetto a ieri 6 in più. Nelle terapie intensive il numero dei degenti sale a 12, uno in più rispetto a ieri e con due ingressi nell’ultima giornata.

Il numero delle persone attualmente positive oggi è di 8.444 (-76), anche  il numero delle persone in isolamento domiciliare oggi risulta essere di 8.243 (-83).

Grafici elaborati da Giuseppe Velardo

Questi i dati del contagio provincia per provincia:

– Provincia di Napoli        : 253.732 (+225)
– Provincia di Salerno      : 69.119 (+63)
– Provincia di Avellino     : 20.542 (+14)
– Provincia di Caserta      : 66.635 (+29)
Provincia di Benevento : 12.718 (+5)

Il dato comunque riferisce il riepilogo diffuso dalla Protezione Civile comprendente anche casi già noti ma solo ora confermati. Non sono riportati ulteriori casi in attesa del secondo tampone di conferma.

Covid in Italia

Sono 6.619 i positivi ai test Covid individuati nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 6.171.

Sono invece 18 le vittime in un giorno, mentre ieri erano state 19.

Il monitoraggio settimanale Iss-ministero Salute all’esame della Cabina di regia registra un aumento dell’epidemia in Italia. La Variante Delta ormai è al 95% in Italia con un’età media dei contagiati attestata a 27 anni e a 49 dei ricoverati. Nel periodo 19-25 luglio l’indice Rt di trasmissibilità del virus sale all’1,57 (era all’1,26 7 giorni fa), con l’incidenza settimanale che passa da 40 a 58 casi ogni 100mila abitanti. Solo la bassa incidenza dei ricoveri evita il ritorno alla zona gialla in molte regioni.

Sono 247.486 i tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus effettuati nelle ultime 24 ore in Italia, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 224.790. Il tasso di positività è del 2,67%, in leggero calo rispetto al 2,7% di ieri.

Sono 201 i pazienti ricoverati in terapia intensiva con il Covid in Italia, 7 in più rispetto a ieri nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri, secondo i dati del ministero della Salute, sono stati 20. I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 1.812, 82 in più rispetto a ieri.


Share