Ormai quando pronunci Victor Osimhen pensi subito ad una nuova stella del calcio moderno: bene, oggi il nigeriano ne ha dato la prova definitiva con una doppietta che fa sognare tutti i tifosi azzurri a occhi aperti. Sì, perché quando il gigante buono la segna contro la campione del mondo in carica, c’è da sognare.


Il centravanti pare aver subito assorbito tutta la fiducia di Spalletti e ha già acquisito il ruolo di pedina fondamentale del gioco offensivo, come richiesto dal tecnico toscano, che può dirsi più che soddisfatto di questa sua prestazione a Monaco.

Gloria a sorpresa anche per Machach, che verso la fine del match sigla il gol dello 0-3: un giocatore passato per diverse squadre dai prestiti, mai notato davvero dal Napoli, ora segna un gol contro una delle difese più rocciose e solide del pianeta. E’ vero che il pacchetto arretrato non era ben assortito, ma comunque un allenatore come Nagelsmann, uno dei migliori nel mettere in atto il pressing, doveva lavorarci di più.


Grandissimo test per la squadra di Spalletti, che si riprende dopo il buio contro la Pro Vercelli, e che mette in saccoccia una prestazione più che buona, anzi, da urlo. Ma attenzione a non montarsi la testa troppo presto, perché sappiamo bene tutti che le amichevoli sono sempre a doppia faccia: da una parte regalano speranze, dall’altra sono innocue partite giocate con parecchi giovani.

Prima di partire per Castel di Sangro, dove ci sarà il lieto ritorno di Lozano e dei nazionali, il Napoli sperimenterà le sue ultime carte contro il Wisla Cracovia: appuntamento fissato al 4 agosto.

Giuseppe Garofalo



 

Share