E come era prevedibile oggi il solito picco del lunedì, che partendo da dati già preoccupanti e alti, riporta il tasso di positività a sfiorare il nove per cento.

Dati incredibili e che nessuno pensava, o forse magari sperava solo, potessero essere mai più raggiunti. E invece siamo ancora qui a dover far fronte, in questa torrida estate, ad una emergenza, una quarta ondata che proprio si sperava di non dover affrontare.


Il 2 agosto del 2020 la crisi epidemica sembrava superata

Triste il confronto con i dati dello scorso anno, quando forse, anzi senza forse, troppo precipitosamente eravamo convinti di averla sfangata e di correre verso un ritorno alla normalità. Una normalità che oggi sembra allontanarsi nuovamente, nonostante oltre il 50% degli italiani vaccinati. Dodici mesi fa la percentuale del tasso di positività sfiorava lo 0,32% con appena 7 positivi, contro i quasi duecento di oggi, e zero decessi. I pazienti ricoverati con sintomi in Campania erano 35 e 3 quelli in terapia intensiva con 363 persone in isolamento domiciliare.

L’unico dato positivo è la bassa ospedalizzazione che oggi si registra in tutta Italia, cosa certamente dovuta al vaccino che sta facendo il proprio lavoro.




Tra pochi giorni entrerà in vigore del Green Pass obbligatorio. In Campania le mascherine restano obbligatorie all’esterno fino al 31 agosto. Nel frattempo, la campagna vaccinale prosegue con la caccia agli indecisi. Mentre l’Asl 1 Centro ne sta contattando molti con un call center dedicato, ha attivato l’Open day permanente, per consentire a chi lo desidera di potersi vaccinare anche senza prenotazione.

Resta in zona bianca anche la Campania, non tanto per i dati preoccupanti, ma proprio per la bassa pressione sugli ospedali. Resta stabile, o con dati lievemente altalenanti da un giorno all’altro, la situazione dei ricoveri e l’occupazione delle terapie intensive, che oggi addirittura cala negli ospedali della regione.



LEGGI ANCHE

Ecco il decreto Green Pass, obbligatorio per bar e ristoranti e non solo dal 6 agosto

 






Dall’incrocio dei dati odierni dei tamponi molecolari, il tasso di positività, cioè il rapporto tra tamponi lavorati e positivi riscontrati sale vertiginosamente e arriva a sfiorare il nove per cento e precisamente arriva a  8,93%, ma oggi si registrano i dati anomali del lunedì,  ieri era a 6,15%.

L’ultimo bollettino dell’Unità di Crisi riporta che nella giornata di ieri sono stati lavorati solo 2.171 tamponi molecolari. Tra questi sono stati riscontrati 194 nuovi positivi. Tutti numeri relativi esclusivamente ai test molecolari.

Indicato, anche se comunque nel computo del tasso di positività sono sostanzialmente inutili e servono solo a falsare i dato nazionale, il numero dei tamponi antigenici rapidi effettuati, oggi sono 2.155, come sempre senza riportare alcun positivo e come sempre impropriamente sommati ai molecolari nella tabella nazionale.






I responsabili della compilazione della famosa tabella del Ministero della Salute, come ormai è “errata” consuetudine, continuano a sommare i tamponi molecolari a quelli antigenici rapidi. Dato che non è possibile sommare i positivi riscontrati con entrambi i test, quelli antigenici non sono mai dichiarati, i valori sono ovviamente anomali.

Anche oggi quindi numeri assolutamente incomprensibili: 4.326 i tamponi considerati. La somma ottenuta, è chiaramente impropria, anche se oggi molto simile a quella regionale per cui anche per il Ministero oggi la Campania è con un tasso di positività del 4.48%.

LEGGI ANCHE






I contagi in Campania negli ultimi 10 giorni:

Venerdì 23 luglio          – 4,26%  – 341 contagiati
Sabato 24 luglio           – 5,05%  – 301 contaggiati
Domenica 25 luglio       – 5,98%  – 115 contagiati
Lunedì 26 luglio            – 3,22%  – 236 contagiati
Martedì 27 luglio           – 4%       – 345 contagiati
Mercoledì 28 luglio        – 4,72%  – 380 contagiati
Giovedì 29 luglio           – 5,02%  – 355 contagiati
Venerdì 30 luglio           – 5,34%  – 471 contagiati
Sabato 31 luglio            – 6,15%  – 377 contagiati
Domenica 1 agosto        – 8,93%  – 194 contagiati


Negli ospedali regionali cala il numero dei ricoverati in terapia intensiva e i posti letto disponibili oggi sono 646 sui 656 dell’intera rete ospedaliera. 

Sale invece il numero dei degenti nei reparti ospedalieri dedicati al Covid. La riserva di posti letto scende a 2.935 sui 3.160 disponibili in ambito regionale, sommando strutture pubbliche e private convenzionate.




Situazione Clinica

Il totale dei positivi è di 431.634 da inizio pandemia in Campania, mentre il totale dei tamponi eseguiti arriva a 5.691.411.

I guariti registrati nel report quotidiano sono 494 e salgono in totale a 415.644.

Sono 4 i decessi causa Covid nel report regionale quotidiano, anche se la grafica ne riporta solo due nelle ultime 48 ore, ma se ne registra appunto altre due in precedenza e registrate solo ieri. Il numero totale dei morti per il coronavirus in Campania resta di 7.598 dall’inizio dell’epidemia.

I positivi con sintomi Covid ricoverati negli ospedali campani oggi sono 225, rispetto a ieri 7 in più. Nelle terapie intensive il numero dei degenti cala di due unità con 10 ricoverati.

Il numero delle persone attualmente positive oggi è di 8.392 (-304), anche  il numero delle persone in isolamento domiciliare oggi risulta essere di 8.157 (-309).

Grafici elaborati da Giuseppe Velardo

Questi i dati del contagio provincia per provincia

– Provincia di Napoli        : 254.455 (+162)
– Provincia di Salerno      : 69.264 (+14)
– Provincia di Avellino     : 20.569 (+8)
– Provincia di Caserta      : 66.732 (+5)
Provincia di Benevento : 12.743 (+3)

Il dato comunque riferisce il riepilogo diffuso dalla Protezione Civile comprendente anche casi già noti ma solo ora confermati. Non sono riportati ulteriori casi in attesa del secondo tampone di conferma.

Covid in Italia

Sono 3.190 i positivi ai test Covid individuati nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 5.321 .

Sono invece 20 le vittime in un giorno (ieri erano state 5). Sono 83.223 i tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus effettuati nelle ultime 24 ore in Italia, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 167.761.

Il tasso di positività è del 3,8 %, in aumento rispetto al 3,2%.

Sono 249 i pazienti ricoverati in terapia intensiva per il Covid in Italia, 19 in più rispetto a ieri nel saldo tra entrate e uscite. Gli ingressi giornalieri, secondo i dati del ministero della Salute, sono stati 25 (ieri erano 22). I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari tornano sopra i duemila: sono 2.070, 116 in più rispetto a ieri.

Sale al 4% la percentuale di posti letto nei reparti ospedalieri italiani occupati da pazienti Covid.


Share