Numerosi gli interventi della Guardia Costiera di Napoli nel fine settimana

Da Mondragone a Capri e fino a punta campanella. Tanti i salvataggi e le sanzioni ai diportisti

45

Anche questo fine settimana ha visto gli uomini le donne e i mezzi della Guardia Costiera impegnati, lungo le coste e sulle spiagge dell’intero territorio campano, nelle linee di attività che più ne caratterizzano l’azione nel pieno della stagione estiva e dunque il controllo della sicurezza della navigazione e della balneazione.

Gli assetti pianificati in ambito regionale, sulla scorta anche di una costante analisi del rischio, hanno consentito di intervenire tempestivamente ed efficacemente in favore di decine di persone a bordo di numerose imbarcazioni e di diversi bagnanti in difficoltà.

Tra gli eventi di maggior rilievo il soccorso prestato ai sei occupanti una imbarcazione da diporto, prima in fiamme e poi affondata, in area Punta Campanella, tutti tratti in salvo.

Altri due i principi di incendio, domati, sviluppatisi su altrettante barche, la prima nelle acque prospicienti Napoli la seconda in quelle di Capri.

Tra gli altri sono stati tratte in salvo tre persone nelle acque di Mondragone in collaborazione con l’assistente bagnante prontamente intervenuto. La presenza proprio degli assistenti costituisce una costante dei controlli effettuati agli stabilimenti da parte delle pattuglie impegnate nell’operazione “Mare Sicuro” ed eventi quali quello occorso ne rafforzano il valore di efficace azione di prevenzione.

Diverse le sanzioni contestate in occasione dei numerosi controlli alle imbarcazioni da diporto tra l’altro per navigazione sottocosta o carenza di dotazioni di sicurezza, condotte contrarie alla norma ma anche alle generali regole di prudenza al cui rispetto gli utenti del mare sono costantemente sensibilizzati.

L’analisi dei principali interventi eseguiti conferma la necessità, per coloro che intraprendano la navigazione, di un attento controllo delle condizioni dei mezzi e delle dotazioni di sicurezza al fine di poter meglio garantire la propria ed altrui incolumità.