Napoli ok nella prima di campionato contro il Venezia in una partita ricca di colpi di scena: i ragazzi di Spalletti passano 2-0 in casa davanti a 20mila tifosi grazie alla rete di Insigne su rigore e al bel gol di Elmas.

Un Napoli comunque non irresistibile, in 10 uomini per buona parte della gara in seguito alla dubbia espulsione di Osimhen: spintarella all’arancio-neroverde Heymans e Aureliano estrae dal taschino un cartellino rosso che lascia di stucco tutti. E c’è da dire che in 11 uomini il Napoli era partito molto bene: non è un caso che Spalletti vuole far ruotare il gioco del Napoli sul nigeriano. E la sua assenza ha gravato parecchio sul gioco azzurro.

Ma il Venezia, anche se in superiorità numerica, non crea mai concreti fastidi a Meret: ad attaccare, anche se in maniera timida, è il Napoli. L’intensità è poca e di conseguenza il gol non arriva.


C’è da aspettare il secondo tempo, precisamente il minuto 62, quando Di Lorenzo si procura un calcio di rigore trasformato da Insigne. Poco prima il capitano dei partenopei aveva fallito miseramente un tiro dagli 11 metri, calciandolo alle stelle.

Il Napoli dopo il gol va in palla, spinto anche dal pubblico che finalmente si fa sentire dagli spalti del Maradona: e 10 minuti dopo Koulibaly prova a innescare un contropiede con un lancio lungo, sul quale poi Lozano scambia con i compagni per poi servire Elmas che si accentra e infila sul primo palo un grandissimo gol.

Si abbassa il baricentro e l’intensità del Napoli, che negli ultimi 10 minuti non attacca nemmeno, lasciando quindi giocare d’orgoglio i lagunari, risparmiando energie pensando all’impegno che vedrà protagonisti i partenopei fra una settimana, contro il Genoa. La porta resta inviolata, il Napoli vince e Spalletti si regala la prima soddisfazione all’ombra del Vesuvio: se la gode insieme al pubblico, che torna a sostenere calorosamente il Napoli.

Giuseppe Garofalo