Mercoledì 25 agosto alle ore 20 sarà Antonio Varone l’ospite della rassegna letteraria “Quisilegge – Il Festival del Libro a Stabia”, presso la terrazza del Palazzo Reale di Quisisana. L’archeologo Varone dal 1986 al 1991 ha ricoperto l’incarico di direttore dell’Ufficio scavi di Pompei, passando dal 1991 al 1995 alla funzione di vice-soprintendente della Soprintendenza archeologica di Pompei e dirigendo in seguito il servizio scientifico-culturale dello stesso istituto a cui afferiva l’attività archeologica dei vari scavi, i restauri, la didattica, le mostre, la biblioteca, gli archivi storici e scientifici. Da gennaio 2010 ha ricoperto nuovamente l’incarico di direttore dell’Ufficio scavi di Pompei e di sostituto del Soprintendente per l’area vesuviana, fungendo inoltre nel 2011 da funzionario ministeriale delegato.



Numerose sono le sue pubblicazioni scientifiche e i suoi testi incentrati sulla scienza e sull’archeologia, tra cui spicca “Iscrizioni parietali di Stabiae”, di cui si parlerà al Festival. Un volume con circa 600 testi, per lo più inediti, raccolti nelle ville romane di Stabiae, che raccontano della vita dell’epoca offrendo bagliori sui microcosmi sociali delle megastrutture d’otium campane. Graffiti quali la lunga defixio parietale, o i testi bilingue con gli alfabeti greco e latino interscambiati persino nella stessa parola, le prove “scolastiche” di discepoli a livelli diversi d’ istruzione, nonché le analisi onomastiche, che offrono un panorama complesso, ma chiaro, di una realtà che intimamente si sposa con quella archeologica.

Si tratta del sesto appuntamento del Festival che l’amministrazione comunale ha deciso di realizzare a Castellammare di Stabia e che si articolerà in 12 appuntamenti, tra agosto e settembre, con scrittori di livello nazionale. A moderare la serata sarà il professore Salvatore Ferraro.



Sulla terrazza di Palazzo Reale continueranno ad alternarsi importanti scrittori spaziando dalla saggistica ai racconti, dalle inchieste alle ricerche storiche. L’ingresso è libero fino ad esaurimento posti nel rispetto delle norme sanitarie. Bisogna ricordare che per accedere all’evento sarà necessario possedere la certificazione verde (green pass) come indicato dal decreto legge del 23 luglio 2021. Gli eventi avranno risalto anche sui social network (l’hashtag di riferimento è #QuisileggeStabia): tutte le serate saranno trasmesse in diretta su Facebook sul canale ufficiale dell’Ente.