Va di male in peggio la situazione infermeria in casa Napoli, alla quale si va ad aggiungere un’altra pedina importantissima di cui Spalletti dovrà fare a meno per due mesi: è Alex Meret, altro giocatore sul quale il tecnico certaldese avrebbe voluto fortemente puntare.

Meret ha oggi lasciato il ritiro della nazionale e tornerà a Napoli venerdì in mattinata, all’indomani della sfida con la Bulgaria. Si sospetta che l’infortunio sia stato rimediato nella gara contro il Genoa, quando Buksa si scontrò con il portiere friulano, che restò a terra per un po’ di tempo.

Quel che è certo, però, è che l’infortunio c’è ed è anche abbastanza grave. Questa la diagnosi (abbastanza cervellotica) dopo le varie radiografie alle quali si è sottoposto il portiere friulano: frattura dell’apofisi trasversa di sinistra della 3° e 4° vertebra lombare.



La prognosi dovrebbe essere di due mesi, ma si saprà di più dai prossimi esami strumentali che effettuerà Meret una volta tornato a Napoli.

E così, nell’infermeria azzurra insieme a Ghoulam, Demme, Mertens e Zielinski fa capolino anche Meret: e allora sì che il campionato è iniziato male. In ottica classifica e prestazioni ok, ma in ottica infortuni non ci siamo.

Giuseppe Garofalo