Il sindaco Paolo Cimmino blinda la sua coalizione e si prepara al voto con lo zoccolo duro della maggioranza a sostegno. In questi ultimi giorni che separano dalla presentazione ufficiale delle liste (il termine ultimo è previsto per sabato mattina alle 12) proseguono le trattative per limare gli ultimi candidati e le liste che faranno parte della sua coalizione.



Negli ultimi giorni Cimmino ha ricevuto anche l’ok della civica Gragnano Viva, che vedrà capolista la consigliera uscente Rosina Abagnale. Sarà una coalizione formata da almeno 7 liste, quella che proverà a spingere il sindaco uscente verso il bis. Ancora in bilico resta la presentazione dei simboli di Partito Democratico e Movimento 5 Stelle (a tal proposito si attende l’ok da parte dei vertici regionali dei due partiti), mentre scenderà in campo con una formazione civica l’area vicina al capogruppo regionale di Forza Italia, Annarita Patriarca. Sull’altro versante, saranno almeno 6 le liste a sostegno della candidatura a sindaco di Aniello D’Auria.



L’ex vicesindaco di Cimmino sta continuando in queste ore ad incontrare i rappresentanti delle varie civiche che si presenteranno al suo fianco. E nello scorso fine settimana, è arrivato l’accordo con Gragnano Hub, che candiderà tra gli altri Luca De Riso. In questo scenario, proveranno a scendere in campo anche i Verdi, i quali potrebbero correre da soli affidando la leadership a una donna.