Si conclude anche il secondo turno dell’US Open in un Flushing Meadows che però comincia a preoccuparsi per l’uragano Ida che impazza su New York. Purtroppo è stata sospesa anche una gara, quella fra Anderson e Schwartzman, ma poi tutto è continuato al meglio.

Fra i 4 italiani del singolare maschile ai saluti solo Musetti, che si arrende ad uno strepitoso Opelka, che, trascinato dal suo pubblico, vince in tre set 7-6 7-5 6-4. Il giovane classe 2002 ha giocato una grande partita ma si sapeva che lo statunitense era favorito: purtroppo i pronostici sono stati rispettati.


Vittoria a sorpresa per Seppi, che travolge il polacco Hurkacz rimontandolo 6-4 6-4 7-6 dopo aver perso per 6-2 un primo set largamente dominato dalla testa di serie numero 10 del torneo. Possibile ottavo di finale contro Matteo Berrettini, che ai sedicesimi troverà il bielorusso Ivashka. Per Seppi invece c’è Oscar Otte, che ha già eliminato Sonego al primo turno. Se entrambi vincessero il proprio sedicesimo di finale si troverebbero insieme agli ottavi di finale.

Ma come ci è arrivato Berrettini contro Ivashka? Ha vinto 3-1 contro il francese Moutet, vendicando così il collega Travaglia, trionfando 7-6 4-6 6-4 6-3. Gara tranquilla per il 25enne romano, che ora punta almeno ai quarti di finale, dove c’è un possibile big match con Novak Djokovic: che sia la volta buona per prendersi la rivincita dopo Roland-Garros e Wimbledon?


E si qualifica in scioltezza anche Jannik Sinner, che vince 6-3 7-6 6-7 6-4 contro il padrone di casa Svajda non senza complicarsi la vita. Abbastanza sfortunato l’altoatesino, che se la dovrà vedere non con uno dei favoriti, ma un avversario sempre scomodo: Gael Monfils, che non ha bisogno di presentazioni.

Fuori tutte le ragazze azzurre nel femminile, che si arrendono a due delle favorite per la vittoria finale (anche se in pole c’è Barty). Paolini si inchina alla Azarenka, vittoriosa 6-3 7-6, mentre Martina Trevisan perde ancora peggio contro la medaglia d’oro olimpica Belinda Bencic: è un 6-3 6-1 dal sapore di largo dominio.

Restano al circolo solo Seppi, Berrettini e Sinner: prosegue il loro cammino allo US Open.