Gli assassini hanno esploso una ventina di colpi e numerosi di questi lo hanno raggiunto in diverse parti del corpo.

Per Salvatore Astuto, 57 anni, non c’è stato nulla da fare raggiunto almeno dieci colpi di pistola. L’omicidio è avvenuto poco prima delle 16,00 in vico Fico al Mercato, a Napoli.


Secondo una prima ricostruzione l’uomo era dinanzi ad un basso, una sorta di circolo ricreativo, quando sono giunti gli assassini che hanno aperto il fuoco. Hanno sparato visto il numero di bossoli ritrovati, con almeno due pistole o da una mitraglietta.

La vittima era in strada quando ha incontrato i suoi carnefici. I sicari, incuranti delle persone presenti in strada hanno aperto il fuoco con una paurosa pioggia di proiettili.

Le indagini sono coordinate dai carabinieri della Compagnia Stella che stanno analizzando le immagini delle telecamere di videosorveglianza e raccogliendo eventuali testimonianze dei presenti.




Un omicidio che segna forse l’apertura di una nuova guerra di camorra anche tenendo conto che la vittima sembra essere un uomo di primo piano della criminalità organizzata.  Astuto appartiene ad una delle famiglie che operano in quella zona della città. L’area di Piazza Mercato ancora nelle mani del clan Mazzarella è una di quelle in “movimento”. E proprio negli ultimi tempi è comparsa proprio la famiglia degli Astuto, alleata storica del clan Rinaldi.

Rapporti di forza che stanno mostrando dinamiche che stanno dando un quadro di nuovi rapporti e nuove alleanze tra i gruppi di camorra del centro storico.