Mercoledì 15 settembre alle ore 20 saranno la redazione di Metropolis Quotidiano e il direttore Raffaele Schettino a presentare il volume “Vespucci. Una leggenda nata a Castellammare” nell’ultimo appuntamento della rassegna letteraria “Quisilegge – Il Festival del Libro a Stabia”, presso la terrazza del Palazzo Reale di Quisisana.

La storia della nave più bella del mondo, il suo varo nel glorioso cantiere navale, avvenuto il 22 febbraio 1931, e i 416 giorni in cui è rimasta nelle acque di Castellammare di Stabia. Le battaglie per il lavoro e per la libertà, il coraggio della classe operaia, la forza delle idee. Con il Vespucci sullo sfondo, simbolo indiscusso della città e della sua storia. “Vespucci. Una leggenda nata a Castellammare” è un’opera sensoriale, un cofanetto che, accanto al libro di taglio inedito su nave Vespucci, include un segnalibro in canapa prodotto dalla Maricorderia, un dipinto disegnato per l’occasione dal maestro Umberto Cesino e un frammento di tela olona, il materiale usato per le tele del Vespucci. Tutto ciò che eravamo. Tutto ciò che dovremmo tornare ad essere.

Un appuntamento che, tra l’altro, avrà anche uno scopo benefico, dal momento che il 30% del ricavato delle vendite e delle prenotazioni del cofanetto di Metropolis Quotidiano, effettuate nel corso della serata, sarà devoluto alla chiesa dello Spirito Santo, in accordo con il parroco Don Salvatore Abagnale. A moderare l’evento sarà la professoressa Diana Carosella.

Sulla terrazza di Palazzo Reale si sono alternati importanti scrittori spaziando dalla saggistica ai racconti, dalle inchieste alle ricerche storiche. L’ingresso è libero fino ad esaurimento posti nel rispetto delle norme sanitarie. Per accedere all’evento sarà necessario possedere la certificazione verde (green pass) come indicato dal decreto legge del 23 luglio 2021. Gli eventi hanno risalto anche sui social network (l’hashtag di riferimento è #QuisileggeStabia): tutte le serate sono trasmesse in diretta su Facebook sul canale ufficiale dell’Ente.

Share