Ci siamo. L’Europa League sta per aprire i battenti e il Napoli si presenta al torneo come una delle squadre favorite per la vittoria di questa coppa. Il percorso dei ragazzi di Spalletti inizia dal Leicester di Brendan Rodgers, un’altra delle squadre più pericolose delle 32 ai nastri di partenza.

Contro le Foxes il Napoli non si è mai confrontato, ma il bilancio contro le squadre inglesi dà un voltafaccia agli azzurri: contro le squadre di Oltremanica il Napoli ha vinto solo 6 partite su 20, con 4 pareggi e ben 10 sconfitte.

In terra inglese le statistiche sono ancora più brutte per il Napoli: delle 6 vittorie solo una è stata portata a casa alla corte della regina.



Sono certo statistiche poco confortanti, ma il Napoli è carico a molla per questa partita molto importante dopo essersi messa in tasca la Juventus con una prestazione perfetta. I partenopei lasciano quindi ben sperare per questa prima uscita europea della stagione.

Un Leicester che finora ha giocato un buon campionato, facendo comunque vedere una doppia faccia: due vittorie e due sconfitte che le consegnano 6 punti e la nona posizione in classifica. Se da una parte c’è la partita disastrosa contro il West Ham dall’altra ci sono due vittorie e un’uscita di scena a testa alta contro il Manchester City.

Il Napoli è avvisato: domani gli inglesi probabilmente giocheranno una partita con carattere e grinta e potranno usufruire del fattore campo, che per le squadre di Oltremanica influisce molto (vedi il calorosissimo tifo delle tifoserie inglesi).

Ma adesso guardiamo le formazioni, con il Napoli che dopo l’ansia è riuscito ad accogliere Ospina, Koulibaly e Osimhen. Da poco Spalletti ha diramato la lista dei convocati per la trasferta inglese: Insigne riesce a mettersi alle spalle il problema muscolare accusato contro la Juventus, ma è comunque a rischio per una maglia da titolare.


Osimhen invece è in forma smagliante e senza dubbio partirà dal primo minuto secondo le probabili formazioni. Non ce la fa invece Mario Rui, che così come Osimhen e Insigne ha dovuto fare i conti con un problema simile. Il portoghese non ha la meglio e allora la fascia sinistra dovrebbe essere affidata a Juan Jesus, con Zanoli sullo sfondo, pronto a esordire in Europa.

Rrahmani, Koulibaly e Di Lorenzo completano il pacchetto arretrato, mentre a centrocampo Zambo Anguissa si guadagna la fiducia del mister, venendo affiancato di nuovo a Fabian Ruiz. A sostegno di Osimhen  sulla trequarti Politano, Zielinski e Lozano, con Insigne che verrà rischiato solo nella ripresa.



Leicester-Napoli, domani alle ore 21 al Leicester City Stadium per la prima giornata di Europa League.

I convocati: Ospina, Boffelli, Idasiak, Di Lorenzo, Juan Jesus, Koulibaly, Malcuit, Manolas, Rrahmani, Zanoli, Anguissa, Elmas, Fabian Ruiz, Zielinski, Insigne, Lozano, Osimhen, Ounas, Petagna, Politano.





La squadra di Rodgers fa paura davanti, con Vardy in attacco supportato dagli insidiosi Barnes, Albrighton e Maddison. Difesa composta da Castagne, Vestergaard, Soyuncu e Bertrand, che avranno lo sporco compito di aiutare Schmeichel nel non subire gol. In mediana Ndidi e Tielemans.

E allora sta per cominciare ufficialmente l’Europa League 2021-2022, con un nuovo formato più agevole: se si mette d’impegno allora sì il Napoli può vincere il torneo. Sarà importante la prima partita. Sarà importante non snobbare questa competizione.

Giuseppe Garofalo



Share