Stamattina gli agenti del Commissariato Dante hanno dato esecuzione ad un’ordinanza applicativa della misura cautelare degli arresti domiciliari, emessa lunedì dal G.I.P. del Tribunale di Napoli su richiesta della locale Procura della Repubblica, nei confronti di due napoletani di 44 e 23 anni, padre e figlio con precedenti di polizia, ritenuti responsabili di violenza privata e di lesioni personali aggravate dall’utilizzo delle armi nei confronti di un addetto alle consegne di un negozio di generi alimentari.



Lo scorso 26 agosto l’uomo si era recato presso l’abitazione dei due indagati in vico Lungo a Montecalvario e, dopo aver lasciato la spesa fuori la porta d’ingresso, era stato trascinato nell’appartamento dove era stato ferito con un coltello in seguito ad un diverbio scaturito da un’erronea consegna della merce ordinata.



Donazione sostieni il Gazzettino Vesuviano
Condividi
PrecedenteColtivazione di marijuana in una scarpata, arrestato 53enne di Acerra
SuccessivoAutunno Musicale, il fuori programma al Museo Archeologico di Teano
Il giornale “il Gazzettino vesuviano”, fondato nel 1971 da Pasquale Cirillo e attualmente diretto da Gennaro Cirillo, si interessa principalmente delle tematiche legate al territorio vesuviano e campano; dalla politica locale e regionale, a quella cultura che fonda le proprie radici nelle tradizioni ed è alla base delle tante associazioni e realtà che operano sul territorio.Siamo impegnati a garantire la massima qualità e la massima integrità nel nostro lavoro giornalistico. Ci impegniamo a mantenere alti standard etici e professionali, evitando qualsiasi conflitto di interesse che possa compromettere la nostra indipendenza e la nostra imparzialità.Il nostro obiettivo è quello di fornire ai nostri lettori notizie e informazioni affidabili su una vasta gamma di argomenti, dalle notizie di attualità ai reportage approfonditi, dalle recensioni ai commenti e alle opinioni. Siamo aperti a suggerimenti e proposte dai nostri lettori, e ci impegniamo a mantenere un dialogo aperto e costruttivo con la nostra community.