Covid, in Campania il solito aumento del lunedì: positività al 2,31% e un decesso

Da venerdì 15 ottobre, per effetto del decreto-legge 16 settembre 2021, servirà il Green pass per accedere al posto di lavoro

41

Numeri come sempre molto piccoli quelli del lunedì che portano ad un aumento sistematico del tasso di positività, cioè la percentuale di positivi rispetto ai test processati tende sempre a salire quando le analisi fatte nella giornata di domenica diminuiscono.



Pochi comunque i test lavorati, basso in assoluto il numero dei nuovi positivi e fortunatamente anche il numero dei decessi cala.

Piccolo aumento dei ricoveri in rianimazione e minimo calo nei reparti dedicati Covid. La Campania è zona bianca con sempre meno restrizioni per chi ha il Green pass.

Da oggi, 11 ottobre, cinema, teatri e stadi tornano quasi alla normalità, mentre riaprono anche le discoteche, seppure con la capienza massima del 50%.

Da venerdì 15 ottobre, poi, per effetto del decreto-legge 16 settembre 2021, servirà il Green pass per accedere al posto di lavoro. Dalla stessa data riapriranno gli sportelli della pubblica amministrazione. Il Dpcm firmato il 24 settembre pone fine allo smart working.



Dall’incrocio dei dati odierni il tasso di positività scende a 2.31%, ieri era a 1,54%.

Dati questi probabilmente molto più bassi di quelli che dovrebbero indicare il tasso di positività reale.

Un dato falsato dalla somma dei test antigenici ai tamponi molecolari con un risultato diluito dal fatto che i test antigenici non presentano mai positivi riscontrati: si sommano i test, ma non i positivi dato che dai test rapidi non ce ne sono.



L’ultimo bollettino dell’Unità di Crisi riporta che nella giornata di ieri sono stati lavorati in totale 5.564 test (complessivi tra molecolari e antigenici), ma quanti siano i soli molecolari non ci è dato sapere. Tra questi sono stati riscontrati 129 nuovi positivi.

I contagi in Campania negli ultimi 10 giorni:

Venerdì 1 ottobre          – 1,59%  – 303 contagiati
Sabato 2 ottobre           – 1,91%  – 324 contagiati
Domenica 3 ottobre       – 2,74%  – 163 contagiati
Lunedì 4 ottobre            – 0,90%  – 165 contagiati
Martedì 5 ottobre           – 1,63%  – 272 contagiati
Mercoledì 6 ottobre        – 2,01%  – 328 contagiati
Giovedì 7 ottobre           – 2,09%  – 318 contagiati
Venerdì 8 ottobre           – 1,62%  – 269 contagiati
Sabato 9 ottobre            – 1,54%  – 245 contagiati
Domenica 10 ottobre      – 2,31%  – 129 contagiati



Situazione Clinica

Il totale dei positivi è di 459.211 da inizio pandemia in Campania, mentre il totale dei tamponi eseguiti è arrivato a 6.771.383.

I guariti registrati nel report quotidiano sono 309 e salgono in totale a 445.008.

L’Unità di Crisi ha comunicato 1 decesso nelle ultime 48 ore. Il numero totale dei morti per coronavirus in Campania sale a 7.987 dal marzo 2020.

I positivi con sintomi Covid ricoverati negli ospedali campani oggi sono 178, rispetto a ieri 1 in meno. La riserva di posti letto è di 2.982 sui 3.160 disponibili in ambito regionale, sommando strutture pubbliche e private convenzionate.

Nelle terapie intensive ci sono 14 degenti, due in più di ieri. Negli ospedali regionali i posti letto disponibili in rianimazione sono 642 sui 656 dell’intera rete ospedaliera.

Il numero delle persone attualmente positive oggi è di 6.216 (-181), anche  il numero delle persone in isolamento domiciliare oggi risulta essere di 6.024 (-182).

Questi i dati del contagio provincia per provincia

– Provincia di Napoli        : 272.383 (+116)
– Provincia di Salerno      : 73.512 (+4)
– Provincia di Avellino     : 21.502 (+3)
– Provincia di Caserta      : 69.953 (+2)
Provincia di Benevento : 13.562 (+4)

Grafici elaborati da Giuseppe Velardo



Covid in Italia 

Sono 1.516 i positivi ai test Covid individuati nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 2.278.

Sono invece 34 le vittime in un giorno, in aumento rispetto alle 27 di ieri.

Sono 374 (364) i pazienti ricoverati in terapia intensiva per il Covid in Italia, 10 in più rispetto a ieri nel saldo tra entrate e uscite.

Gli ingressi giornalieri, secondo i dati del ministero della Salute sono 18 (ieri 13). I ricoverati con sintomi nei reparti ordinari sono 2.688 (2.651), rispetto a ieri 37 in più.

Sono 114.776 i tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus effettuati nelle ultime 24 ore in Italia, secondo i dati del ministero della Salute. Ieri erano stati 270.044. Il tasso di positività è all’1.32%, in aumento rispetto allo 0,8% di ieri.

Il ministro della Salute, Roberto Speranza frena sull’obbligo vaccinale, già necessario per sanitari e operatori Rsa. “Abbiamo un margine per valutare e vedere”, dice in tv e prende tempo anche sulla terza dose agli over-60.

“Già somministrate quasi 300mila terze dosi – afferma – e le categorie indicate sono molte. E’ possibile che si arrivi agli over 60, ma vedremo”. Anche il Green pass per ora rimane com’è, in attesa dell’obbligo che scatterà il 15 ottobre nella Pubblica Amministrazione. Ma Letta evoca l’obbligo vaccinale.

“La terza dose è un pezzo importante della strategia che abbiamo messo in campo: si parte subito, già abbiamo quasi 300mila terze dosi somministrate. Le categorie indicate sono molte e alcuni non hanno ancora i 6 mesi trascorsi dal ciclo primario, quindi non saranno tutti vaccinati subito. Verificheremo ancora i dati in arrivo per capire se dobbiamo andare sotto i 60 anni per le terze dosi, io penso che questo sia possibile ma vedremo”. Lo ha detto il ministro della Salute, Roberto Speranza, a Che tempo che fa su Rai tre.