Movida pericolosa a Pompei: Lo Sapio firma un’ordinanza restrittiva

Locali aperti dalle 6 del mattino alle 2 di notte. Dalle 21 sarà vietato consumare alcolici nei luoghi pubblici. Chiusura totale dell'area di Piazza Falcone e Borsellino dalle otto di sera sino alle nove del mattino

102

È stata firmata in serata l’Ordinanza n. 140 con cui si disciplinano gli orari di apertura degli esercizi commerciali e degli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande sul territorio comunale di Pompei.




La decisione del primo cittadino, Carmine Lo Sapio, risponde alla necessità di adottare opportuni ed urgenti provvedimenti tesi alla riduzione degli assembramenti, evidenziata nella riunione operativa tenutasi nella mattinata di lunedì scorso, presso il Comune di Pompei alla presenza di tutte le forze dell’ordine che operano sul territorio comunale.

Nel provvedimento, con decorrenza immediata e fino a tutto il mese di gennaio del 2022, è prevista la chiusura di tutti i pubblici esercizi per la somministrazione al pubblico di alimenti e bevande alle ore 2:00. L’apertura dovrà essere prevista nella fascia oraria tra le 6:00 e appunto le due di notte.




Inoltre dalle 21:00 e fino alle 2:00 sarà vietato consumare bevande alcoliche, di qualsiasi gradazione, nelle aree pubbliche ed aperte al pubblico, ivi compresi gli spazi antistanti gli esercizi commerciali, le piazze e le ville. Saranno vietati inoltre gli affollamenti o gli assembramenti per il consumo di qualsiasi genere alimentare in luoghi pubblici o aperti al pubblico.




Con la stessa ordinanza, vengono inoltre introdotte misure urgenti per la limitazione della circolazione e della sosta in piazza Falcone e Borsellino. Dalle ore 20:00 alle 9:00 di tutti i giorni l’intero perimetro dello spazio antistante il supermercato e dell’area stradale, resterà chiusa alla circolazione e alla sosta di ogni specie di veicolo. Inoltre sarà vietato abbandonare qualunque contenitore vuoto di bevande o alimenti, nonché qualsiasi tipo di rifiuti che possano creare pericolo ai fruitori della piazza.

Le violazioni alle disposizioni indicate nell’ordinanza sindacale saranno punite con la sanzione amministrativa per un importo variabile da 25 a 500 euro. Inoltre per gli esercizi commerciali potrà essere disposta la chiusura provvisoria fino a 5 giorni.

>>>>   LEGGI L’ORDINANZA RESTRITTIVA DEL SINDACO LO SAPIO   <<<<