Fare beneficenza è quasi un obbligo morale per coloro che hanno la fortuna di vivere in salute e senza grandi problemi economici, lontani dalle guerre e dalle carestie che purtroppo in alcuni Paesi sono ancora reali. Pensare al prossimo e compiere un gesto concreto per fare del bene, secondo diversi studi, ci permette anche di stare meglio a livello psicologico ed emotivo. Quando si fa beneficenza ci si sente bene, perché consapevoli di aver contribuito, seppur nel proprio piccolo, a rendere il mondo un posto migliore.

In molti rinunciano anche solo all’idea di fare beneficenza perché convinti che dovrebbero essere i più facoltosi ad occuparsene, le persone più ricche e benestanti. In realtà non è così: ognuno di noi nel proprio piccolo può fare del bene, il che non significa necessariamente effettuare donazioni importanti. I modi per fare beneficenza sono numerosi e oggi ne vediamo 3 alla portata di tutti.

#1 Acquistare i regali solidali

Indipendentemente dalle capacità economiche, chiunque quando è invitato ad un compleanno o ad una ricorrenza particolare si presenta con un dono perché si tratta di buona educazione. Perchè allora non scegliere, al posto del regalo classico, un regalo solidale? Sul sito di Save the Children se ne possono trovare moltissimi ed il ricavato della vendita in questo caso viene utilizzato interamente per fare del bene. Si tratta dunque di una forma di beneficenza alla portata di tutti, che a nessuno cambia la vita ma che fa la differenza per tanti bambini meno fortunati che spesso non hanno a disposizione né cibo né cure mediche essenziali.

#2 Scegliere le bomboniere solidali per gli eventi speciali

Anche le bomboniere rientrano tra gli acquisti che in alcuni contesti non si possono proprio evitare, perché quando si organizza un matrimonio, una cresima, una comunione o qualsiasi altra cerimonia i portaconfetti sono indispensabili. Anche in questo caso però è possibile prendere due piccioni con una fava, perché sono moltissime le organizzazioni umanitarie che al giorno d’oggi permettono di acquistare delle bomboniere solidali. Il funzionamento è lo stesso dei regali: il ricavato della vendita viene devoluto interamente in beneficenza e permette dunque di aiutare chi è meno fortunato e ne ha maggior bisogno. Poiché le bomboniere sono un gesto di ringraziamento per aver partecipato alle nozze e pertanto rappresentano un rito irrinunciabile in tutti i matrimoni, tanto vale scegliere quelle solidali e compiere un gesto nobile!

#3 Aprire una lista regalo solidale

Alcune organizzazioni come Save the Children oggi offrono anche la possibilità di aprire, sul portale online, una vera e propria lista regalo solidale. Di cosa si tratta? In sostanza quando si compiono gli anni si può chiedere ad amici e parenti di scegliere uno dei doni solidali presenti nella propria lista anziché acquistare un oggetto che magari si rivelerebbe inutile. In questo modo si contribuisce a fare del bene perché il senso è sempre lo stesso: il denaro raccolto va a finire in progetti e in aiuti concreti per chi ne ha realmente bisogno.