All’esterno del locale nessuno avrebbe potuto immaginare cosa ci fosse. Una tappezzeria come tante altre dove tre persone sono state sorprese con droga e materiale vario per il confezionamento delle dosi.

A scovare i tre pusher i carabinieri della stazione di San Sebastiano al Vesuvio e quelli della Sezione radiomobile di Torre del Greco. Incuriositi da una flebile luce accesa all’interno del negozio, vista l’ora ormai tarda, i militari hanno voluto vederci chiaro.

Quando sono riusciti ad entrare hanno beccato in flagranza Lino Piccolo (classe 75 – San Sebastiano al Vesuvio), suo figlio incensurato di 19anni e Bruno Rega (classe 96 – San Sebastiano al Vesuvio).

Con loro quasi un chilo di marijuana, distribuito in diverse cassettine di metallo e 3 piante di cannabis. E ancora 1 proiettile gfl cal. 380.

Tutti sono stati sottoposti ai domiciliari, in attesa di giudizio. Dovranno rispondere di detenzione di droga a fini di spaccio.

Condividi
PrecedenteSvizzera: proteste contro il pass sanitario anche a Berna
SuccessivoRicordi piccoli… la nostra festa era di tutti
Il settimanale “Il Gazzettino vesuviano” fondato nel 1971 da Pasquale Cirillo, si interessa delle tematiche legate al territorio vesuviano; dalla politica locale e regionale, a quella cultura che fonda le proprie radici nelle tradizioni ed è alla base delle tante realtà che operano sul territorio.