Stanotte gli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale, durante il servizio di controllo del territorio, su disposizione della Centrale Operativa sono intervenuti presso un bar di largo Girolamo Giusso per la segnalazione di un’estorsione da parte di un avventore.


I poliziotti, giunti sul posto, hanno individuato l’uomo che, alla richiesta di fornire un documento di riconoscimento, ha iniziato ad inveire contro di loro, minacciandoli e colpendo con dei calci l’auto di servizio fino a quando, non senza difficoltà, è stato bloccato; inoltre, il gestore ha raccontato che, poco prima, l’uomo aveva rifiutato di pagare una consumazione sostenendo di appartenere ad un noto clan della zona.

Salvatore Ferraiuolo, 33enne napoletano con precedenti di polizia, è stato arrestato per estorsione aggravata dal metodo mafioso e resistenza a Pubblico Ufficiale, nonché denunciato per danneggiamento di beni della Pubblica Amministrazione.